ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùil declino del Tycoon

Jack Ma scompare anche dalla lista dei grandi dell’hi-tech cinese

Shanghai Securities News loda tutti tranne lui, il fondatore di Alibaba e dell’e-commerce cinese, un’assenza che pesa come un macigno

di Rita Fatiguso

Alibaba, Jack Ma riappare in conferenza online dopo due mesi

2' di lettura

I latini la chiamavano damnatio memoriae, ovvero cancellazione anche del nome di una personalità caduta in disgrazia, e forse il richiamo viene bene per Jack Ma, il fondatore di Alibaba entrato in aperto conflitto con le massime autorità cinesi. Un editoriale di Shanghai securities news cita gli imprenditori che hanno fatto grande l’hi-tech cinese omettendo il suo nome nella lista. Un’assenza davvero pesante.

Gli altri, invece, ci sono tutti. Infatti l’articolo di Shanghai securities News loda tutti tranne lui, il fondatore di Alibaba e dell’e-commerce cinese, un’assenza che pesa come un macigno. Pony Ma di Tencent Holdings Ltd., il presidente di BYD Co. Wang Chuanfu, il co-fondatore di Xiaomi Corp. Lei Jun e di Huawei Technologies Co. Ren Zhengfei sono elencati come i benefattori dell’economia cinese.

Loading...

Presenze, pesanti, anche. Dal breve articolo - pubblicato proprio nel giorno cui Alibaba Group Holding Ltd. dovrà rivelare gli utili - si può anche dedurre che Tencent, al contrario, potrebbe essere al riparo da attacchi nell’ambito di una più ampia repressione del settore ora incentrata su Jack Ma di Alibaba e Ant Group Co.

La campagna di Pechino

L'assenza di Jack Ma è significativa, dato che Shanghai Securities News è la pubblicazione economica più autorevole nel settore.

Pechino ha lanciato un campagna per limitare il potere delle società tecnologiche private in quasi ogni aspetto della vita cinese: un esempio è la messaggistica WeChat di Tencent. Martedì le azioni di Tencent e Xiaomi sono aumentate del 2%.

Il tycoon ha rilasciato i suoi primi commenti pubblici a gennaio, da quando è riapparso dopo tre mesi di silenzio e dopo il suo ormai famoso discorso al Bund Summit di Shangai alla fine dell'anno scorso, dopo che il suo ormai storico conflitto con i regolatori del mercato finanzario cinese ha provocato un contraccolpo che ha fatto deragliare l'offerta pubblica iniziale record di 35 miliardi di dollari di Ant e ha innescato un'indagine sul suo gigante dell'e-commerce.

Il futuro dell'uomo d'affari cinese più famoso e schietto rimane oscuro.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti