ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùImprenditoria

Jackie O’ compie 50 anni, in festa lo storico locale della Dolce Vita romana

I nuovi progetti del club

di Nicoletta Picchio

Gianni Agnelli in auto all'ingresso del Jackie O'. Il locale ha ospitato numerose celebrità, come Mick Jagger, Paloma Picasso, Marcello Mastroianni.

3' di lettura

Un’intuizione felice: la scelta del nome. Jackie O’. Da quello di Jacqueline Bouvier, poi Kennedy e poi ancora Onassis. Icona di stile sia nel ruolo di moglie del presidente degli Stati Uniti, John Kennedy, ucciso a Dallas nel 1963, e al centro delle cronache mondane da moglie dell'armatore greco Aristotele Onassis, sposato cinque anni dopo. In ogni caso, un mito che resiste al tempo, come pochi riescono ad essere.

Gilberto e Beatrice Iannozzi decidono di chiamare così il locale che aprono in via Boncompagni, nel centro di Roma, all'incrocio con quella Via Veneto protagonista della Dolce Vita. E che oggi taglia il nastro del traguardo dei 50 anni: 1972-2022. «Tra alti e bassi, per fortuna più alti che bassi, siamo ancora qui. E pensiamo al futuro, protagonisti in una Capitale che deve recuperare lo smalto di un tempo», dice Veronica Iannozzi che da circa dieci anni affianca la madre alla guida del locale (il padre è scomparso all’inizio degli anni '80): ristorante, piano bar, con una formula di musica dal vivo che lo avvicina ad una discoteca «ma non lo siamo in senso stretto» precisa Veronica. Una storia al femminile, quindi, madre e figlia, due generazioni in un mondo complesso come quello della notte.

Loading...

Non è stato facile. E infatti altri posti storici di Roma, in grande voga negli anni '70 e '80, non esistono più. Chiusi, trasformati. Il Jackie O' invece festeggia il mezzo secolo, senza cambiare nome (idea di Gil Cagnè, il “visagista delle dive” che all'epoca curava le pubbliche relazioni). E soprattutto, sottolinea Veronica, senza aver cambiato il proprio spirito. Un posto chic, in una Capitale «dove da troppo tempo manca un turismo di fascia alta, che può essere attratto da un posto come il nostro».

La Dolce vita è ormai un ricordo remoto, via Veneto, nonostante molti tentativi di rilancio, fa i conti con negozi con le saracinesche abbassate, compreso il bar storico Cafè de Paris. «Ora qualcosa dovrebbe cambiare. Stanno per aprire altri alberghi a cinque stelle proprio su via Veneto. Ora è stata superata la fase pesante del Covid, che è stato un periodo per noi difficilissimo. C’è una ripresa del turismo internazionale, per Roma si potrebbe riaprire un’altra stagione di rilancio di immagine», continua. Non lo dice tanto per il Jackie O’: «I turisti nella nostra clientela sono circa il 10 per cento. Da noi vengono i romani e tendenzialmente siamo pieni sempre, abbiamo circa 20mila persone all’anno tra ristorante e piano bar. Senza una vita notturna, senza il divertimento che offrono invece le altri capitali internazionali, siamo destinati ad un turismo mordi e fuggi, sia che le persone arrivino con un volo privato che con una nave da crociera».

Basta guardare le foto del passato del Jackie O’ per capire come Roma fosse meta di personaggi internazionali dell’arte, del cinema, della cultura, musica, politica ed economia: da Andy Wahrol a Margaret d’Inghilterra, Liza Minnelli, i Rolling Stones, Alain Delon, Helmut Berger. E ancora Florinda Bolkan con Valentino e Cat Stevens, Gianni Agnelli con Carlo Caracciolo, Paloma Picasso.

Quel passato torna nello spirito del posto. Il menù del ristorante è ancora fedele agli anni ’80, replicando lo stile di quel periodo, con i piatti preparati in sala per fare spettacolo: riso al salto, filetto al pepe verde con flambé in sala, le crepes suzette fatte al tavolo, con lo chef Federico Sparaco. E il piano bar, con la musica dal vivo, che ha sempre contraddistinto il Jackie O’. Per ballare fino all’alba.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti