orologi

Jaeger-LeCoultre tra le opere della Royal Academy di Londra

La maison ha organizzato un evento nella galleria in occasione della Art Summer Exhibition

di Paco Guarnaccia


default onloading pic

2' di lettura

Jaeger-LeCoultre ha scelto Londra per una serata pensata per celebrare l’alta orologeria. L’evento speciale si è svolto l’8 luglio alla Royal Academy of Arts, che da sempre ha sede nell'imponente Burlington House, edificio molto vicino a Piccadilly Circus.

La mostra dell’estate
Fino al 12 agosto la Royal Academy ospita la London's Royal Academy of Art Summer Exhibition, una delle mostre più antiche della storia. Il nome attuale le fu dato “solo” nel 1870, ma è dal 1769 che ogni anno vengono esposte opere di arte contemporanea realizzate da selezionati artisti emergenti che possono anche essere acquistate dal pubblico.

I capolavori di Jaeger-LeCoultre
Ad accogliere gli ospiti dopo la grandiosa scalinata c’era una serie di totem sui quali erano esposti alcuni tra i segnatempo cha la maison svizzera ha presentato all’ultimo Sihh, il Salone dell’alta orologeria di Ginevra. Dai modelli femminili Rendez-Vous, fino ai nuovi pezzi della linea Master, tra cui il Master Ultra Thin Moon Enamel, il Master Ultra Thin Perpetual Enamel e gli ultimi due super complicati della famiglia: il Master Grande Tradition Répetition Minutes Perpetuelle e il Master Grande Tradition Gyrotourbillon Westminster Perpétuel (nella foto), una ripetizione minuti che riproduce (a portata di polso) il gong del Big Ben, il famoso orologio nella torre di Westminster.

Tra arte e alta orologeria
Un suono che, dopo il discorso di benvenuto che Catherine Rénier, ceo di Jaeger-LeCoultre, ha rivolto ai circa 200 ospiti della serata di gala è riecheggiato nell’ampio salone in cui erano state allestite due lunghe tavole per il ricevimento (nella foto in alto). E, alle pareti, decine di opere d’arte della London’s Royal Academy of Art Summer Exhibition. Alla destra della Rénier era seduto l’attore Benedict Cumberbatch (ormai volto hollywoodiano recentemente visto nelle vesti dell’eroe Doctor Strange di Avengers Endgame, ma celebre anche per la serie tv Sherlock della BBC) che, prima di cena, si è cimentato con altri colleghi (Ellie Bamber, Juliet Stevenson e Clark Peters) in quello che è stato il vero e proprio main event della serata: il Letters Live.

Reading di lettere
Si tratta di un format già utilizzato con successo da Jaeger-LeCoultre lo scorso anno a Venezia che prevede la lettura di una serie di scritti da parte di artisti. Questa volta era prevista l’interpretazione di lettere spedite da importanti personalità del passato come quella che Vincent Van Gogh scrisse al fratello Theo nel 1876 o quella che la principessa francese Marguerite Louise D’Orleans mandò al marito Cosimo III de’ Medici nel 1677.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...