AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùBorsa Amsterdam

Just Eat debole in Borsa, i target deludono all’Investor Day

«A prima vista è metà di quello che speravamo di vedere», indica una nota degli analisti di Jefferies

di Giuliana Licini

(Reuters)

1' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Vendite su Just Eat Takeaway alla Borsa di Amsterdam, in occasione dell’Investor Day. La società ha apparentemente deluso il mercato con le indicazioni fornite in vista dell’incontro con la comunità finanziaria annunciando la conferma dei target per il 2021 e fissando nuovi obiettivi a più lungo termine, oltre ad introdurre un nuovo sistema di reportistica basato su quattro aree geografiche. Just Eat prevede che il 2021 registri l’apice delle sue perdite con un margine Ebitda adjusted pari a -1%-1,5% del valore totale degli ordini ricevuti (Gtv).

Gli ordini (esclusa Grubhub) sono attesi in crescita di oltre il 45% su base annua e sono stimati (inclusa Grubhub) nella gamma tra 28 e 30 miliardi di euro. Per il 2022 è atteso un margine Ebitda adjusted compreso tra -0,6% e -0,8% del valore lordo delle transazioni e l’obiettivo è quello di raggiungere a più lungo termine un margine del 5%. Just Eat prevede anche che il Gtv aumenti del 15-17% nel 2022 e nei prossimi cinque anni è atteso un aumento di oltre 30 miliardi. C'è delusione nei primi commenti degli analisti. «A prima vista è metà di quello che speravamo di vedere», indica una nota di Jefferies, precisando di avere «avuto la vana speranza che gli Usa sarebbero stati un candidati per misure strategiche non organiche».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti