AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùBorsa

Juve sui minimi da marzo 2020 con aumento di capitale a sconto del 35%

Operazione da 400 milioni di euro. Le azioni hanno toccato un minimo di 0,6075 euro

di Stefania Arcudi

Juve-Inter. 15 maggio 2021 (Ansa)

1' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Tonfo della Juventus Fc in Borsa dopo il via libera del consiglio di amministrazione alle condizioni definitive dell’aumento di capitale da 400 milioni di euro, che prevede uno sconto del 35,32% circa rispetto al prezzo teorico ex diritto (Terp) sulla base del prezzo di chiusura di Borsa di del 22 novembre 2021 (0,6805 euro per azione). Le azioni hanno toccato un minimo di seduta di 0,6075 euro, livelli che non si vedevano da metà marzo 2020. La capitalizzazione di mercato scende a circa 830 milioni. Alti i volumi di scambio: passano di mano 6,75 milioni di pezzi.

In particolare, i nuovi titoli saranno offerti in opzione agli attuali azionisti nel rapporto di nove azioni ogni 10 possedute al prezzo di sottoscrizione di 0,334 euro per azione, da imputarsi quanto a 0,01 euro a capitale sociale e a 0,324 euro a sovrapprezzo. La società ha fatto sapere che, come già comunicato in precedenza, il socio Exor si è impegnato a sottoscrivere la porzione di aumento di capitale di propria pertinenza (pari a circa il 63,8%), per un controvalore pari a circa 255 milioni e già lo scorso 27 agosto ha effettuato a favore della società un versamento in conto futuro aumento di capitale per un ammontare pari a 75 milioni.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti