Sport

Juventus, C.Ronaldo già preso nel 2002 ma Salas fece saltare la trattativa

a cura di Datasport

2' di lettura

Un vecchio anedotto di mercato è ritornato di moda in questi caldissimi giorni trascorsi in casa Juventus, pronta a realizzare il colpo del secolo. L'attualità infatti sta continuando a rilanciare il clamoroso trasferimento di Cristiano Ronaldo a Torino, dopo il divorzio con il Real Madrid. Nel lontano 2002 però CR7 era già stato a un passo dai bianconeri, quando Moggi chiuse la trattativa con lo Sporting Lisbona per 2,5 milioni più il cartellino di Salas.  L'attacante cileno però, che a quel tempo aveva pochissimo spazio, rifiutò la destinazione portoghese perchè preferì il River Plate e fece saltare la trattativa anche perchè poi i bianconeri ritennero troppi i 10 milioni richiesti dallo Sporting per il loro futuro campione. La giovane promessa era stata infatti segnata nel taccuino di Gianni Di Marzio, uno dei 23 osservatori bianconeri: "Moggi mi aveva inviato per Quaresma. Durante Sporting-Belenenses lo notai subito. C'era una signora che non appena toccava palla Ronaldo, urlava. Era la mamma a cui diedi il mio bigliettino da visita". Il dirigente bianconero rimase ammirato dalle giocate di quel ragazzino che qualche mese dopo venne acquistato dal Manchester United per 12,4 milioni di sterline, cifra record per un appena maggiorenne. Il suo maestro Sir Alex Ferguson rimase folgorato dal suo talento dopo averlo visto all'opera in un'amichevole proprio contro i Red Devils. Sei anni in Premier e poi il trasferimento record al Real Madrid nell'estate 2009 per 93 milioni di euro. La carriera di CR7 è stata una crescita costante impreziosita da grandi successi personali e di squadra, oltre che da un'infinita di record che lo hanno portato a raggiungere il livello dei grandi campioni del passato. La sua ultima avventura potrebbe portarlo in Serie A: la Juve sogna ed è pronta ad accoglierlo dopo averlo soltanto sfiorato 16 anni fa.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti