Sport

Juventus, è il giorno dell'ultimo saluto a Buffon

a cura di Datasport

2' di lettura

Buffon, il capitano e una delle ultime bandiere rimaste del calcio italiano, ha annunciato che dalla prossima stagione non difenderà più la porta dei campioni d'Italia. Il portiere più forte della storia bianconera e forse del mondo lascia la Juve dopo 17 anni di successi esaltanti, sconfitte brucianti e tante soddisfazioni personali e di squadra. Tra i professionisti dal 1995 ha parato solo per due squadre nella sua carriera: Parma e Juventus. Con i ducali ha conquistato da giovanissimo una Coppa Italia, una Supercoppa e una Coppa Uefa, mentre coi bianconeri sono arrivati scudetti e coppe nazionali a ripetizione (9 campionati e 5 Coppe Italia) sfiorando l'unico trofeo che ancora manca nella sua ricca bacheca: la Champions League (tre finali perse contro Milan, Barcellona e Real Madrid). L'età anagrafica dice 40 anni ma Gigi non ha ancora chiarito se smetterà di giocare a calcio, anzi l'amore che prova per questo sport e le ancora ottime condizioni fisiche potrebbe portarlo a chiudere la sua carriera in un'altra big d'Europa, sicuramente lontano dall'Italia. Buffon si è definito "un animale da competizione", un giocatore che vive per continuare a sognare grandi traguardi, proprio come quella maledetta coppa che forse continuerà a inseguire. La sua storia con la Nazionale è altrettanto leggendaria. Con l'Under 21 ha conquistato un Europeo e ha anche vinto i Giochi del Mediterraneo mentre con quella maggiore ha poi coronato il sogno di ogni giocatore, alzando nel cielo di Berlino la Coppa del Mondo del 2006. Recordman di presenze con la maglia dell'Italia (176 totali) è stato poi premiato come portiere dell'anno per 5 volte. Ha anche sfiorato la possibilità di vincere il Pallone d'oro proprio nell'anno dei Mondiali, arrivando però secondo dietro al compagno di squadra Cannavaro. Una delle più grandi delusioni è stata però proprio con i colori azzurri quando ha vissuto pochi mesi fa lo storico fallimento ai playoff per Russia 2018, dove l'Italia non è riuscita a qualificarsi al Mondiale dopo 60 anni. Se l'epilogo fosse stato diverso, Buffon avrebbe raggiunto un altro incredibile record diventando il giocatore ad aver disputato più edizioni dei mondiali, primato condiviso a quota 5 con Antonio Carbajal e Lothar Matthaus. Buffon ha anche conosciuto anche la sofferenza della Serie B. In seguito alla retrocessione della Juventus nel post Calciopoli è sceso nella cadetteria insieme a Del Piero, Nedved e Trezeguet, per poi riguadagnare la massima serie l'anno successivo stravincendo il campionato. Con lui lascia un altro pezzo della Juventus italiana che ha caratterizzato da sempre la spina dorsale delle formazioni bianconere e della Nazionale, ma anche uno delle figure simbolo del nostro calcio. Dopo il triste addio qualche hanno fa di Del Piero, oggi pomeriggio lo Stadium è pronto a dare l'ultimo commoso saluto al suo capitano, che consegnerà la fascia a Chiellini, il giusto erede che dall'anno prossimo cercherà insieme alla squadra ed Allegri di aprire un nuovo ciclo vincente senza più il suo eterno numero 1.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti