Sport

Juventus, Matuidi: "Al Psg litigai con Neymar"

a cura di Datasport

1' di lettura

Matuidi si racconta. Il francese in un'intervista rilasciata all'Equipe rivela subito un piccolo retroscena sul suo arrivo alla Juventus: "Buffon mi ha dato un bacio appena sono arrivato, come se mi dicesse che ora ero della famiglia". Allegri non rinuncia mai al suo centrocampista che lo ha molto impressionato sul campo: Bisogna dire la verità: noi francesi, salvo qualche eccezione, non amiamo troppo faticare in allenamento. Qui, invece, ho imparato ad apprezzare questo lavoro del mister".   Matuidi si professa un antico ammiratore dei bianconeri: "Quando ero ragazzo seguivo i grandi giocatori. E la Juve ne aveva molti: Baggio, Del Piero, Buffon, Thuram. E poi Edgar Davids, è stato uno dei miei modelli. La Juve per me è la classe, la maglia nera e bianca, una squadra che merita rispetto. Mi ricordo di uno Juve-Psg. Ero ovviamente tifoso del Psg, ma la Juve vinse 6-1: che grande squadra!". Il francese ricorda anche il suo addio al Psg: "Quando ho deciso di andare via dal Paris Saint Germain, Neymar era già arrivato. Senza entrare nei dettagli, ho avuto una discussione con lui. Dani Alves e Thiago Motta volevano che restassi perché ho trascorso sei anni a Parigi e conoscevo perfettamente il club. Ma avevo già fatto la mia scelta".

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti