Afghanistan

Kabul, attentato in ospedale militare, 23 vittime: lo stato islamico rivendica

Circa 50 i feriti. Colpito l’ospedale militare Sardar Mohammad Dawood Khan

Afghanistan, due esplosioni vicino all'ospedale di Kabul

2' di lettura

Lo Stato Islamico-Khorasan (Is-K) ha rivendicato l’attentato dinamitardo contro un ospedale militare di Kabul, che ha provocato la morte di almeno 19 persone e il ferimento di altre 50. In un comunicato diffuso sui propri canali Telegram, il gruppo jihadista - rivale dei talebani - ha affermato che «cinque combattenti del gruppo dello Stato Islamico hanno effettuato attacchi coordinati simultanei» sul vasto sito. Is-K ha inoltre affermato che all’ingresso dell’ospedale un jihadista ha fatto detonare la cintura esplosiva che indossava, prima che altri miliziani prendessero d’assalto la struttura e aprissero il fuoco.

Almeno 23 persone sono rimaste uccise nell’attentato avvenuto all’ospedale militare Sardar Mohammad Dawood Khan di Kabul. Lo ha reso noto il ministero della Salute afghano, come riportano i media locali. Cinquanta finora i feriti. Secondo un portavoce dei talebani, quattro degli aggressori sono stati uccisi dalle forze di sicurezza talebane e un quinto è stato catturato.

Loading...

La dinamica

Un attentatore suicida e uomini armati erano dietro all’attacco, ha detto il rappresentante dei talebani. «L’attacco è stato innescato da un attentatore suicida in sella a una motocicletta che si è fatto esplodere all’ingresso dell’ospedale», ha detto un funzionario in condizione di anonimato, aggiungendo che l’attacco è terminato e che gli assalitori sono stati tutti uccisi. Una seconda esplosione è avvenuta nei pressi dell’ospedale e avrebbe colpito dei civili, ha detto al telefono il vice portavoce dei talebani Bilal Karimi. L’ospedale ha circa 400 posti letto e di solito cura combattenti talebani feriti ed ex ufficiali militari afgani. Emergency ha confermato che nove feriti sono stati trasportati nel suo ospedale dopo le esplosioni.

Al momento non ci sono rivendicazioni. Ma il dito è puntato contro l’Is dopo la strage del 26 agosto a Kabul, tra la folla assiepata intorno all’aeroporto, firmata dal ramo locale del gruppo che ha poi rivendicato nelle ultime settimane diversi attacchi anche contro moschee. L’agenzia afghana Bakhtar ha citato testimoni secondo cui combattenti dell’Is avrebbero fatto irruzione nell’ospedale e combattuto con le forze di sicurezza. Al-Jazeera ha riferito dell’esplosione di un’autobomba e Ariana News ha segnalato che un attentatore suicida sarebbe entrato in azione davanti alla struttura.

L’ospedale Sardar Mohammad Daoud Khan era già finito nel mirino in passato. Nel 2017 più di 30 persone morirono - ricordano Bbc e Cnn, anche se altre fonti riportano bilanci più gravi - quando uomini armati vestiti da medici fecero irruzione nella struttura in un attacco rivendicato dall’Is-K. Sei anni prima, nel 2011, attentatori suicidi legati ai Talebani si fecero esplodere all’interno della struttura, uccidendo - rievoca la Cnn - sei persone e ferendone altre 26.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti