speciale pitti uomo

Kappa, anima sportiva e cultura «streetwear»

di G.Cr.


default onloading pic
Piumini a marchio Kappa della collezione per l’autunno-inverno prossimo, in stand a Pitti da oggi

2' di lettura

«Il legame di Kappa con lo sci, rafforzato da una passione personale e famigliare, è sempre stato presente. Ma siamo felicissimi che la nazionale italiana sita ottenendo risultati straordinari e che lo sport abbia sempre più seguito». Lorenzo Boglione, vicepresidente sales del gruppo BasicNet, introduce così la partnership con la Fisi (Federazione italiana sport invernali): «Il primo accordo fu siglato nel 2011, l’anno scorso lo abbiamo rinnovato fino al 2022 – spiega Boglione –. È una sponsorizzazione tecnica ma anche una licenza esclusiva, che comprende abbigliamento da gara, per allenamento e tempo libero per le 14 principali discipline della Fisi, per le quali verrà data continuità nello sviluppo di collezioni esclusive con i marchi del gruppo BasicNet».

Parliamo quindi di sci (alpino e di fondo), salto, combinata nordica, freestyle, snowboard, sci di velocità, slittino, skeleton, bob, biathlon, skiroll e sci d’erba. «Lo sport e la vita all’aria aperta fanno parte del Dna di BasicNet e in particolare dei marchi Kappa, K-Way, Superga e Sebago, l’ultimo arrivato – aggiunge Lorenzo Boglione, figlio del fondatore e attuale presidente del gruppo, Marco –. Siamo presenti a Pitti però anche per mostrare l’anima lifestyle. Kappa poi negli ultimi anni ha saputo interpretare il filone della street wear da uomo e da donna e in futuro continueremo a presentare capsule collection in collaborazione con giovani talenti, come è accaduto con Danilo Paura, designer affermato nello streetwear che tra pochi giorni debutterà in passerella a Milano moda uomo».

Sulla scorta del rilancio e della crescita a due cifre di marchi come K-Way e Superga, Boglione e il gruppo sono molto impegnati anche su Sebago, storico brand americano acquisito nel luglio 2017. «Tra le mie molte passioni c’è quella per la vela e lo stile di vita che evoca – conclude Lorenzo Boglione –. Sebago è legato a quel mondo, ma sarà anche molto altro: la prima collezione completa e interamente sviluppata in BasicNet è quella per la primavera 2019 e spazia dalle calzature all’abbigliamento. Dai primi risultati posso dire che il potenziale è enorme».

Il gruppo BasicNet ha inoltre in portafoglio Jesus Jeans, Sabelt e Briko ed è quotato alla Borsa di Milano dal 1999: i risultati dei primi nove mesi, annunciati il 13 novembre, indicano un fatturato in crescita dell’11% a 633 milioni, con andamenti positivi in tutte le aree geografiche, dall’Europa (+11,2%) alle Americhe (+8%), con una significativa ripresa per Medio Oriente e Africa (+9,7%).

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...