ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùla mostra a Shenzhen

Kartell porta in Cina 70 anni di storia del design italiano

La mostra di Shenzhen - che resterà aperta fino al maggio 2020 - celebra 70 anni dell’azienda che ha nobilitato la plastica, portandola nei salotti della buona borghesia ed è al tempo stesso un omaggio al design italiano

dal nostro inviato Giovanna Mancini

Milano, Luti: mostra a Palazzo Reale per i 70 anni di Kartell

La mostra di Shenzhen - che resterà aperta fino al maggio 2020 - celebra 70 anni dell’azienda che ha nobilitato la plastica, portandola nei salotti della buona borghesia ed è al tempo stesso un omaggio al design italiano


3' di lettura

SHENZHEN - C'è una città della Cina – 30 chilometri a nord di Hong Kong – che fino a una ventina di anni fa era un villaggio di pescatori. Ora è una groviglio di grattacieli, strade, sopraelevate e cantieri aperti che ospita 15 milioni di abitanti e la sede di alcuni tra i più grandi gruppi dell'hi-tech cinese, nonché molte multinazionali estere, attratte dalle agevolazioni fiscali offerte dal governo di Pechino per trasferirsi qui.

Ed è qui, a Shenzhen, che un brand italiano del design – Kartell – è stato scelto dai proprietari del più grande mall di arredamento della Cina per inaugurare il Museo del Design adiacente, con una mostra monografica curata da Ferruccio Laviani.

Loading...

Un omaggio al design italiano
«Kartell Land» - questo il titolo della mostra che resterà aperta fino al maggio 2020 - celebra 70 anni dell’azienda che ha nobilitato la plastica, portandola nei salotti della buona borghesia, ma è al tempo stesso un omaggio al design italiano e il racconto di 70 anni di storia della società del nostro Paese. Quindi uno modo per fare cultura, spiega il presidente della Kartell Claudio Luti, in un Paese in cui l'industria italiana dell'arredo ha grandissime opportunità, a patto di far comprendere a fondo, alle nuove generazioni, il valore e la qualità che stanno dietro ai prodotti made in Italy e li distinguono da tutti gli altri.

Kartell Land: 70 anni di design in mostra a Shenzhen

Kartell Land: 70 anni di design in mostra a Shenzhen

Photogallery24 foto

Visualizza

«È significativo che siano stati loro a chiamarci – osserva Luti – è un segno importante di riconoscimento e rispetto nei confronti non solo della nostra azienda ma del design italiano in generale, che qui a Shenzhen è ben presente».

L'International Art and Design Center (iAdc) che ospita il museo è un’area di oltre un milione di metri quadrati che comprende anche un mall di quattro piani, due dei quali occupati da negozi di marchi italiani di arredamento, mentre all’ultimo piano si trovano studi di architettura, un hotel e diversi edifici che ospitano uffici e negozi. Nelle intenzioni degli investitori (il gruppo immobiliare Mjh) l'area è destinata a diventare una sorte di cittadella del design e della creatività.

Icone e invenzioni tecnologiche
«Spiegare a noi italiani chi è Kartell e perché è importante per la storia del design non è difficile – spiega Ferruccio Laviani, che ha curato anche la mostra dell'azienda al Palazzo Reale di Milano, accompagnandoci nella visita dell'esposizione a Shenzhen – ma cercare di farlo capire ai visitatori cinesi è una sfida molto diversa. Volevo riuscire a esprimere l'identità dell'azienda e come dietro ai pezzi più iconici ci sia l'invenzione di qualcosa che poi è rimasto nel tempo».
Sotto ogni aspetto: l'uso della plastica per l'arredamento, ovviamente; l'uso del colore, e in particolare del rosso, come linguaggio; l'invenzione della trasparenza; la collaborazione con designer impoartanti di tutto il mondo; l'elaborazione di campagne di comunicazione che hanno fatto storia; la contaminazione con la moda e della musica; e infine le innovazioni tecnologiche che hanno portato all'uso anche del legno, curvato con materiali speciali, e all'introduzione di plastiche riciclabili e biologiche. Senza dimenticare le icone perché, aggiunge Laviani, sono facilmente riconoscibili e identificabili dal pubblico di un Paese straniero.

Design industriale: la forza dell'Italia
La storia di Kartell è la storia di un marchio iconico che, per molti versi, ha fatto scuola, e che rappresenta perfettamente quell'anima di “design industriale” che caratterizza l'industria italiana dell'arredamento: «Fare design industriale significa riuscire a trasformare la creatività dei designer in prodotti replicabili su larga scala, per poterli vendere in tutto il mondo, funzionali caoaci di durare a lungo», spiega Luti.

«Non è facile: per riuscirci bisogna investire moltissimo, in nuovi macchinari, in tecnologia, in ricarca – aggiunge -. Ed è questo il nostro Dna, di Kartell e delle imprese italiane, quello che ci distingue dagli altri Paesi e che i designer di tutto il mondo ci riconoscono: non adattamo la creatività ai macchinari, ma i macchinari alla creatività e ci assumiamo il rischio, assieme ai designer, di sperimentare e innovare».

Altri articoli
Arredi di vetro, così il design sfida le leggi della fisica
Mobili gonfiabili ultima tendenza di design

Riproduzione riservata ©
  • Giovanna ManciniRedattore ordinario

    Luogo: Milano

    Lingue parlate: Italiano, inglese, tedesco

    Argomenti: Industria del design e arredo, made in Italy, cronaca di Milano, consumi, industria del commercio, e-commerce

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti