ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùMoto

Kawasaki torna nel segmento 400 con Z e Ninja

Tornano la nuda e la sportiva con motore bicilindrico di 400 cc, entrambe guidabili dai titolari di patente A2: arricchiranno la gamma 2023

di Gianluigi Guiotto

1' di lettura

Le naked Z e le sportive Ninja sono le due famiglie più amate dagli appassionati della Casa nipponica. Disponibili con cilindrate over 650, dal 2020 mancavano nel segmento delle 400, via di passaggio perfetta per chi passa dalla 125 alle cilindrate superiori, sempre restando nel range delle moto guidabili con patente A2. Kawasaki ha deciso di tornare a produrre la Z400 e la Ninja 400 che andranno ad arricchire la propria gamma 2023. Entrambe montano un motore bicilindrico parallelo raffreddato a liquido da 399 cc che eroga 45 cv e 37 Nm di coppia a 8mila giri, in linea con la normativa Euro 5. La Z400 nasce dallo stesso stile Sugomi che caratterizza le sorelle naked di maggiore cilindrata; è dotata di frizione assistita antisaltellamento e telaio a traliccio, proprio come la Z H2, la maxi tra le naked Kawasaki. La sella a soli 785 mm contribuisce alla facilità di guida, mentre per i più alti c'è la sella Ergo-fit che migliora il comfort di guida.

La sportiva Ninja 400 è la porta d'ingresso alle Ninja di cilindrata maggiore, come la Zx-10R; ha telaio a traliccio tubolare e un freno a disco anteriore da 286 mm accoppiato a uno posteriore da 193 mm. Come la sorella maggiore, la Ninja 400 è dotata anche di una frizione assistita e antisaltellamento che permette cambi di marcia veloci e fluidi, diminuendo del 20% lo sforzo per azionare la leva.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti