Alta orologeria

Kering cede Girard-Perregaux e Ulysse Nardin

Il gruppo francese del lusso era entrato nel capitale delle due maison progressivamente a partire dal 2008 - Ora il controllo della società a cui fanno capo passa a Patrick Pruniaux, dal 2018 presidente e ceo

di Paco Guarnaccia

2' di lettura

I due storici marchi orologieri svizzeri Girard-Perregaux e Ulysse Nardin escono dalla galassia di Kering, secondo gruppo del lusso al mondo dopo Lvmh. Ad annunciarlo è stato un comunicato rilasciato dal gruppo francese, che ha reso noto l'accordo di cessione del 100% della sua partecipazione in Sowind, società proprietaria dei due brand, all’attuale management. Girard-Perregaux era interamente controllata da Kering dal 2011, anche se già dal 2008 il gruppo era presente con una partecipazione di minoranza; Ulysse Nardin era arrivata nel 2014 (nelle foto in alto, il Tourbillon con Three Flying Bridges, Aston Martin Edition, e il Torpilleur Moonphase)

I motivi dell’operazione

Jean-François Palus, direttore generale di Kering, ha spiegato che «il lavoro svolto in profondità dal gruppo Kering in Girard-Perregaux e Ulysse Nardin negli ultimi anni ha posto le basi di una crescita duratura. Kering ha dimostrato la capacità di porre le condizioni per uno sviluppo a lungo termine dei marchi destinati a uscire dal gruppo stesso, nell'interesse dei loro collaboratori, dei partner e dei clienti, nonché dei territori in cui operano».

Loading...

La visione per la divisione orologi

La strategia del gruppo è quella di concentrare risorse su quei marchi che possono diventare sempre più centrali al suo interno. Dal punto di vista orologiero, sembrano andare in questo senso gli investimenti fatti, ad esempio, su Gucci, maison di punta del gruppo Kering, che nel 2021 ha lanciato la sua prima famiglia di prodotti di alta orologeria, e ha anche svelato il suo primo movimento meccanico realizzato in-house.

Il futuro di Girard-Perregaux e Ulysse Nardin

Per quanto riguarda Girard-Perregaux e Ulysse Nardin, la loro lunga storia continuerà con la guida di Patrick Pruniaux, dal 2018 presidente e ceo di entrambi i marchi: «Grazie alle solide fondamenta realizzate con il sostegno e con gli investimenti di Kering, oggi disponiamo dei mezzi necessari per dar vita a un progetto di lungo termine in grado di assicurare lo sviluppo sostenibile dei due marchi», ha spiegato.

In fiera a Ginevra alla fine di marzo

Ulysse Nardin sarà tra i protagonisti della prossima fiera di Watches and Wonders in calendario a Ginevra dal 30 marzo al 5 aprile. Infine, da Kering hanno fatto sapere che l'operazione si concluderà nei primi sei mesi del 2022 e che gli effetti finanziari di questa cessione saranno contabilizzati nei bilanci chiusi il 31 dicembre 2021.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti