FOTOGRAFIA INDIANA

Ketaki Sheth, nell’era del selfie scopre i ritratti

Parteciperà a Rencontres de Bamako, la Biennale dedicata alla fotografia e al video africani che si svolgerà in Mali dal 30 novembre al 31 gennaio. Le sue quotazioni sono ancora molto basse

di Maria Adelaide Marchesoni


default onloading pic
Nice Digital Studio, Hyderabad, Telangana, 2016. 60.9 x 91.4 cm / 24 x 36 in Pigment print. Edition 3/10. Price: USD 5000. Photograph courtesy Ketaki Sheth / PHOTOINK

2' di lettura

L'artista indiana Ketaki Sheth è tra gli artisti che parteciperanno a Rencontres de Bamako la Biennale dedicata alla fotografia e al video africani giunta alla 25ª edizione che si svolgerà in Mali dal 30 novembre 2019 al 31 gennaio 2020. Tra i progetti più recenti di Ketaki Sheth Photo Studio riunisce una serie di fotografie, 65, recuperate negli studi chiusi o in difficoltà sparsi in tutto in ben otto stati del paese, per dare una nuova vita, soprattutto a un'epoca passata. Questo progetto è il primo dell'artista con una macchina fotografica digitale, e anche se ammette la convenienza di questo mezzo, non dimentica i decenni di riprese con la pellicola. Sheth sostiene che, sebbene il digitale sia stato più liberatorio, il suo approccio alla fotografia rimane ancora radicato al tempo della pellicola.

Carriera e pratica artistica. Ketaki Sheth, nata a Mumbai nel 1957, ha iniziato a fotografare Bombay alla fine degli anni '80, sotto la guida del fotografo Raghubir Singh. Il fascino delle immagini della città di Bombay e delle sue masse brulicanti va al di là della maggior parte degli scatti degli altri fotografi che sono incuriositi dalla povertà, dalla popolazione e dall'inquinamento della città. Sheth coglie, invece, l'essenza della 'Bombayite', la vivacità delle persone che abitano nella 'città che non dorme mai'. Le sue immagini si concentrano sulla forte corrente di unità che prevale su tutte le differenze della città, siano esse sociali, economiche, religiose o di genere.

Ketaki Sheth, nell'era del selfie mostra i ritratti recuperati negli studi fotografici sparsi nel paese

Ketaki Sheth, nell'era del selfie mostra i ritratti recuperati negli studi fotografici sparsi nel paese

Photogallery5 foto

Visualizza

Un altro progetto realizzato dall'artista che ha coinciso con la sua trasferta a Londra nel 1995 è stata la serie “Twinspotting”, 1999. Il lavoro ritrae i fratelli gemelli della comunità dei Patel, un'importante famiglia originaria dello stato del Gujarat, nell'India orientale. Partendo da un elenco anagrafico, l'artista prende contatto con gli indiani immigrati nella regione del Kent, fotografandoli nel loro ambiente famigliare. In quasi cinque anni realizza oltre 120 ritratti, prima in Inghilterra e poi in India, includendo gemelli di tutte le età, dai 18 mesi fino ai 77 anni.
L'interesse di Sheth non ha nulla a che vedere con la genetica o l'antropologia: i gemelli sono il pretesto per riuscire a inserirsi in una comunità altrimenti poco accessibile.

Quotazioni. Da PhotoInk (New Delhi) le sue fotografie vanno da 5.000 a 14.000 $. Ha otto passaggi in asta, un solo invenduto ; il top lot è la fotografia “Girl at Ganpati immersion, Chowpatty” passata di mano nel luglio 2012 per 1.500 dollari da Saffronart. L’ultimo scambio risale al 28 febbraio 2013 con “Jain Nuns, Walkeshwar Road and Saira, Rani and Pinky, Bachubahi ki Wadi (2 works)” aggiudicato da Saffronart per 1.274 dollari, diritti inclusi.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...