TEST DRIVE

Kia Sorento Phev: ecco come va il suv sette posti plug-in hybrid

Abbiamo provato il maxi suv coreano giunto alla quarta generazione, ora disponibile anche in versione ricaricabile alla spina, che inaugura la nuova era del marchio.

di Giulia Paganoni

3' di lettura

Sorento è anche ibrido ricaricabile alla spina. La gamma del suv sette posti si completa con la versione Phev (plug-in electric vehicle) a trazione integrale. Un modello fondamentale per il marchio coreano ora giunto alla quarta generazione e che, nella sua storia, ha contribuito al rafforzamento e all'affermazione del marchio coreano appartenente al gruppo Hyundai.

Nuova veste grafica e non solo

Il 2021 è iniziato con il lancio del nuovo logo e della presentazione della strategia del Plan S. Oltre al cambio della grafica del logo, le novità mirano a identificare un cambio interno di Kia che punta a diventare non solo un costruttore di automobili ma un vero e proprio player di mobilità a 360 gradi. Il piano strategico Plan S, infatti, include tre punti fondamentali: l'elettrificazione della gamma, ricordiamo sono appena state diffuse le prime informazioni su Ev6, il primo veicolo Kia elettrico sviluppato sulla nuova piattaforma E-Gmp attesa per il primo trimestre dell'anno. Il secondo punto riguarda l'ingresso nel 2022 nel mercato dei veicoli elettrici commerciali destinati alle consegne a domicilio e all'e-commerce. Infine, terzo e ultimo asset, l'ampliamento dell'offerta dei servizi legati alla mobilità.

Loading...

Il primo modello della nuova era Kia

Il primo modello della nuova era Kia (dopo il rebrandaring globale) è, appunto, la versione ibrida plug-in di Sorento (ricordiamo che è già disponibile una versione Hev). Il suv sette posti vanta dimensioni davvero generose: lungo 4.810 mm, largo 1.900 mm e con un passo di 2.815 mm. Il bagagliaio ha una capacità di 175 litri con le tre file di sedili e, abbassandole, raggiunge i 1.988 litri. Negli interni, il legame con il gruppo è molto evidente, l'impostazione dell'abitacolo ricorda molto quella della cugina Santa Fe. Il conducente può contare su un cruscotto digitale da 12,3 pollici e un display touch al centro della plancia da 10,25 pollici, già dotato dei protocolli per l'integrazione completa degli smartphone con Android Auto e Apple Car Play. É inoltre disponibile il sistema audio Bose a dodici altoparlanti.

L'autonomia in elettrico è di circa 57 km

Sotto al cofano il matrimonio termico-elettrico: un quattro cilindri benzina 1.6 litri da 180 cv è abbinato a un elettromotore da 66,9 kW alimentato da una batteria ai polimeri di ioni di litio da 13,8 kWh che consente di ottenere un'autonomia di circa 57 km in elettrico (ciclo Wltp). Quest'ultima è posizionata al centro del pianale per un duplice motivo: da un lato per avere una buona distribuzione dei pesi e dall'altro per non inficiare sullo spazio di bordo che, infatti, è uguale per tutte le versioni del modello. La potenza complessiva è di 265 cv (195 kW) e 350 Nm di coppia. La velocità massima è di 193 km/h (140 km/h in modalità elettrica) e lo spunto 0-100 viene coperto in 8,7 secondi. Questo è abbinato a un cambio automatico a sei marce con convertitore di coppia.

Com'è alla guida

Anche dal punto di vista della sicurezza, Sorento vanta un ricco equipaggiamenti di sistemi di assistenza alla guida. Alla guida l'auto si è dimostrata confortevole e sicura. Il tunnel centrale è ancora ricco di tasti ma il loro uso è comunque intuitivo, dalla manopola per il le modalità di guida fino ai comandi del cambio. Data l'altezza da terra soffre un po' di rollio e beccheggio. Degno di nota l'ampio spazio di bordo che consente un buon comfort durante i lunghi viaggi. Il prezzo di listino parte da circa 53mila euro.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti