Test

Kia Niro cambia, la nuova serie cambia stile ma conferma la tre diverse offerte di varianti elettrificate

In vendita nel corso del 2022 il crossover compatto di Kia si segnala per uno stile inedito e punta per la variante 100% elettrica sull’autonomia top quella di oltre 450 km

di Corrado Canali

2' di lettura

Kia Niro sei anni dopo cambia stile. Uno dei crossover di taglia compatta di maggior successo in Europa si rinnova soprattutto nello stile con dei tratti estetici più ancora più netti e decisi a cui si aggiunge un inedito montante posteriore che probabilmente farà molto discutere. Kia ha, invece, confermato che l’auto sarà disponibile a partire dal prossimo anno sempre nella tre diverse varianti di alimentazione e cioè Hev o full hybrid, Phev o plug-in ed Ev solo elettrica. Un grosso passo avanti, infine, hanno fatto le soluzioni estetiche oltre che funzionali degli interni con l’aggiunta anche di innovative applicazioni.

La nuova funzione Greenzone Drive Mode

Debutta, infatti, la Greenzone Drive Mode una applicazione specifica che agisce sulla modalità di guida e consente di passare sempre in completo automatismo dalla trazione ibrida a quella 100% elettrica. In pratica, quando si attraversano delle zone residenziali o in prossimità di aree a forte tasso di incidentabilità, l’automobile è in grado di intuire dalle informazioni del sistema di navigazione oltre che dai dati della cronologia di guida che è opportuno passare alla modalità all'elettrica, scelta che è attivata anche nei luoghi più frequentati, come le unità abitative o gli uffici da chi è alla guida della nuova Niro. 

Loading...
Kia Niro, ecco come cambia con la nuova serie

Kia Niro, ecco come cambia con la nuova serie

Photogallery10 foto

Visualizza

Interni all’insegna della massima sostenibilità

Sul fronte, invece, dell'impegno per la sostenibilità all’interno della nuova Niro si trovano materiali inediti: il rivestimento del padiglione, ad esempio, è stato realizzato con carta da parati riciclata, mentre per i sedili sono stati utilizzati dei materiali in biio-poliuretano ricavato dalle foglie dell'eucalipto. Per i pannelli delle portiere, infine, è utilizzata una vernice priva di BTX, cioè benzene, toluene e isomeri di xilene. Pur confermando le caratteristiche tecnica dell’auto i progettisti del brand coreano hanno però lavorato per migliorare il livello dell’offerta dell'auto con soluzioni derivate dai modelli di punta di Kia.

L’infotainment è quello di punta dell’offerta Kia

Nella zona anteriore, l’abitacolo presenta linee curve affiancate da tratti orizzontali e diagonali che si contrappongono con una superficie nera lucida, dove sono inseriti l'infotainment e le bocchette d'aerazione. I progettisti hanno scelto di puntare su sedili di dimensioni più contenute per non sottrarre spazio ulteriore agli occupanti, senza però andare a incidere sul confort di bordo. Garantito, tra l’altro, da altre soluzioni salvaspazio che son state ideate appositamente per la nuova Niro come i poggiatesta in formato appendiabiti.

La piattaforma non cambia e batteria top è di serie

La nuova Niro, tuttavia, non utilizza la piattaforma E-GMP riservata a modelli elettrici del brand, dalla EV6 in poi. A livello tecnico è, invece, prevista una vera e propria evoluzione dell'attuale propulsore a motore singolo e trazione anteriore dell'e-Niro 100% elettrica anche se la versione ad autonomia più basica forse potrebbe non essere riproposta al momento del lancio della Niro model year 2022 vista la sempre maggiore richiesta per l'accumulatore più potente da 64 kWh oggi disponibile in opzione visto che è in grado di garantire un’autonomia di ben 450 km che consente un utilizzo più esteso della vettura.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti