ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLUSSO

Dopo oltre 20 anni Safilo non avrà più la licenza Dior

di Andrea Fontana


default onloading pic

2' di lettura

Safilo Group sotto i riflettori in Borsa dopo aver ufficializzato la fine (dopo oltre 20 anni) dell'accordo di licenza con Dior alla naturale scadenza del dicembre 2020, una conclusione del contratto ampiamente attesa alla luce della joint venture tra il gruppo del lusso Lvmh (proprietario di Dior) e Marcolin . Se quindi il mancato rinnovo dell'asse con Dior era già inserito dalle case di investimento nelle stime dei risultati di Safilo per i prossimi anni, resta l'incertezza sulla riuscita delle misure allo studio da parte del gruppo dell'occhialeria per recupera la reddittività che verrà perduta con la fine dell'accordo.

Entro fine anno il nuovo piano industriale
«Ci aspettiamo quindi che il titolo possa essere ancora sotto pressione. Il ceo ha annunciato un nuovo piano industriale entro fine 2019, per poter dare - immaginiamo - visibilità sulle azioni necessarie per recuperare redditività - segnalano gli analisti di Equita Sim - Dal punto di vista finanziario, il gruppo è in grado di gestire la transizione, grazie al recente aumento di capitale e accordo di rifinanziamento». «Anche se ampiamente attesa, la fine della licenza Dior peserà sulle azioni nel breve termine e farà passare in secondo piano il raggiungimento degli obiettivi del business plan» ipotizzano gli analisti di Mediobanca Securities ricordando che la licenza Dior ha contato per il 13% dei ricavi 2018 di Safilo. Il ceo Angelo Trocchia questa mattina ha infatti annunciato un nuovo business plan entro la fine dell'anno e rassicurato sull'andamento del business: «Siamo in linea con i nostri obiettivi e accelereremo ulteriormente il percorso verso il ripristino di un livello di profittabilità adeguato e sostenibile entro il 2020, che ci consentirà di gestire efficacemente questa uscita della licenza».

L'a.d. Trocchia: «Ampliare nostro portafoglio marchi»
«Durante gli oltre vent'anni di licenza eyewear Dior, ha proseguito Trocchia, Safilo ha creato collezioni che hanno fatto la storia nel settore. La nostra azienda vanta 85 anni di esperienza, un impegno e una passione nella industry di cui siamo orgogliosi. Per costruire una Safilo ancora più forte per il futuro, intendiamo continuare a valorizzare il nostro capitale umano e la solidità di un portafoglio licenze interessante e bilanciato, nonché i nostri marchi di proprietà che stanno crescendo in linea con il nostro piano. Ci concentreremo totalmente sulle nostre capacità di creatività distintiva, sulle competenze tecnologiche e sulle nostre persone per ampliare ancor di più il nostro portafoglio marchi, già arricchito con il rinnovo di marchi chiave come Kate Spade New York, Tommy Hilfiger, havaianas e Fossil, tra gli altri, e con gli accordi di licenza recentemente
siglati con Levi's, Missoni e David Beckham.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...