ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùSviluppo

Kpmg affitta da Coima il grattacielo Gioia20 Trasloco a Porta Nuova

L’edificio sarà consegnato a fine 2024 e accoglierà 3.500 dipendenti. Sostenibile, avrà oltre il 65% di energia da risorse rinnovabili

di Paola Dezza

Milano. Il render del grattacielo in costruzione per Kpmg

2' di lettura

Una torre alta 98 metri per 24 piani in zona Porta Nuova sarà la nuova sede di Kpmg a Milano. Il Sole24 Ore è in grado di anticipare in esclusiva le indiscrezioni di mercato sul contratto siglato dal gruppo della consulenza con Coima per occupare gli oltre 40mila mq dell’edificio Gioia20, disegnato da Antonio Citterio e Patricia Viel che sarà realizzato nella zona di Melchiorre Gioia, dove lo sviluppo di Porta Nuova si sta espandendo negli ultimi anni.

Il progetto di Gioia20, in fase di realizzazione per essere consegnato a fine 2024, prenderà il nome de “I Portali”. Una torre sostenibile con un livello di emissioni operative di CO2 allineato agli obiettivi EU 2050 e la copertura del fabbisogno annuale di energia che sarà per oltre il 65% da fonti rinnovabili.

Loading...

Con questa operazione, Porta Nuova si consolida con oltre 65.000 professionisti complessivi entro il 2025. I Portali si inseriscono nel progetto di rigenerazione urbana sull’area, soggetto a un masterplan unitario che include gli sviluppi di Gioia 22, Pirelli 35, Pirelli 39, Pirelli 32 e delle aree limitrofe. Questa nuova frontiera dello sviluppo immobiliare milanese curato da Manfredi Catella catalizzerà investimenti per due miliardi di euro.

Per Kpmg è un investimento strategico di lungo periodo. «Con questa operazione abbiamo raggiunto tre obiettivi – racconta Mario Corti, senior partner di Kpmg -. Pianificare una ulteriore crescita, dopo quella realizzata negli ultimi anni, trovare una soluzione immobiliare che rispetti gli standard avanzati di sostenibilità ambientale a noi cari, creare un ambiente di lavoro ideale per esprimere le potenzialità del gruppo attraverso una gestione delle risorse umane che tenga conto delle necessità emerse dalla pandemia. La flessibilità, già nel nostro Dna, diventa preponderante e pertanto realizzeremo luoghi dove le persone si possano incontrare per collaborare».

Sulla nuova sede graviteranno circa 3.500 dipendenti, dopo che verrà lasciata via Vittor Pisani.

«Il rapporto con Kpmg è fondamentale perché un accordo in fase di sviluppo così anticipato consente di realizzare insieme gli spazi pensando a come il gruppo lavorerà in prospettiva» racconta Manfredi Catella, ceo di Coima, che sottolinea come i timori di vedere uffici vuoti post pandemia in realtà sia scongiurato da molti nuovi deal di compravendita e locazione.

L’accordo prevede tra l’altro la riqualificazione con pavimentazione, elementi di mobilità, arredo urbano e nuove piantumazioni, della porzione di via Gioia verso viale Liberazione, e l’estensione nella porzione di piazza Einaudi del Parco Bam-Biblioteca degli Alberi Milano.

Secondo indiscrezioni non confermate dai soggetti interessati il canone annuo dovrebbe aggirarsi intorno ai 15 milioni di euro annui per un contratto di 18 anni.

Riproduzione riservata ©

  • Paola DezzaCaposervizio Responsabile Real Estate

    Lingue parlate: inglese, francese

    Argomenti: mercato immobiliare, architettura, finanza immobiliare, lifestyle, turismo, hotel e ospitalità

    Premi: “Key player of the italian real estate market” di Scenari Immobiliari

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati