riassetti

KPMG South Africa si scusa per gli scandali e cerca la seconda chance

di Vittorio Da Rold

Sede di KPMG in Parktown, Johannesburg

2' di lettura

KPMG LLP, l’auditor che ha dovuto ridurre il personale dopo gli scandali in Sud Africa, si scusa per i suoi “errori” e vuole una seconda possibilità per rilanciare i suoi affari nel Paese africano. Lo ha detto il presidente della filiale africana della società di revisione Wiseman Nkuhlu, “nomen omen” direbbero i latini, il nome è un destino visto che wiseman in inglese vuol dire uomo saggio.

Ma cosa è successo nel gigante economico africano del dopo Mandela che tante speranze aveva suscitato con la fine dell’Apartheid e l'inizio di un nuovo corso democratico sotto la guida del partito dell'African National Congress? L’azienda, una delle grandi quattro società di revisione globali, è rimasta coinvolta in un periodo di transizione convulso e turbolento del paese e, riporta Bloomberg, ha confessato di aver pubblicato un rapporto fuorviante sul South African Revenue Service che ha portato a un'indagine di polizia di un ex ministro delle finanze; ha lavorato per la famiglia Gupta che è stata coinvolta in scandali di corruzione legati all'ex presidente Jacob Zuma, e ha operato come revisore contabile per una banca che è crollata a causa di una presunta frode. I suoi otto migliori collaboratori hanno rassegnato le dimissioni nel settembre 2017, alcune delle più grandi aziende in Sud Africa l'hanno sostituita come loro revisori e in giugno ha dichiarato che la sua forza lavoro si è ridotta a 2.200 da 3.400.

Loading...

«KPMG ha commesso un sacco di errori seri e ha perso la fiducia del pubblico e dei clienti», ha detto Nkuhlu in un annuncio pubblicato domenica sui quotidiani del Sud Africa il Sunday Times. «Avevamo perso di vista la nostra responsabilità di servire l'interesse pubblico più ampio».

La multinazionale è una delle numerose aziende internazionali che si sono scusate per la loro condotta durante i nove anni di Zuma, che si è conclusa a febbraio, durante il quale la corruzione nelle aziende statali era diventata endemica. Bain & Co. ha avviato un'indagine indipendente nel proprio lavoro per il servizio fiscale del Sudafrica, mentre McKinsey & Co. e SAP SE hanno accettato la responsabilità per il lavoro improprio svolto per le aziende di proprietà statale.

«Sappiamo di aver commesso degli errori e accetteremo la responsabilità, a seconda dei casi, dei nostri errori», ha detto Nkuhlu. «In cambio, vorrei fare un appello alle imprese del Sud Africa, al governo e al pubblico. Un appello per il tuo riconoscimento che KPMG South Africa è oggi un business molto diverso da quello che era 18 mesi fa».

La società, che ha perso clienti tra cui Barclays Africa Group Ltd. e Dimension Data Plc, sta cercando di riconquistare la fiducia dei clienti, ha detto. “Facciamo questo appello per KPMG Sud Africa e per le migliaia di sudafricani che lavorano per questo, per continuare a svolgere un ruolo positivo nella comunità degli affari e nella vita della nazione “, ha affermato il responsabile della filiale sudafricana Nkuhlu. Un passo coraggioso per ripartire con nuove premesse.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti