ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùMobilità elettrica

Kress: «Venture capital europei e automotive, più coraggio o perderanno quote»

Il fondatore di WeVee Technologies e Henkel X Ventures : «Sostenibilità e riduzione delle emissioni, c'è ancora tanto da fare per pulire il settore»

di Alberto Annicchiarico

3' di lettura

Rahmyn Kress ha oltre 20 anni di esperienza nella realizzazione di strategie digitali per i più grandi marchi di media, intrattenimento e tecnologia del mondo. Imprenditore con esperienza in aziende Fortune 500 e start up, ha recentemente intrapreso una missione per combattere il cambiamento climatico. All’inizio del 2021, Kress ha fondato WeVee Technologies, società cleantech dedicata allo sviluppo, alla gestione e alla concessione di licenze per piattaforme tecnologiche che accelerano il passaggio alla mobilità elettrica e al consumo sostenibile.

«L’Accordo di Parigi - spiega Kress - prevede che almeno il 20% di tutti i veicoli sia elettrico entro il 2030, e noi stiamo lavorando senza sosta per trasformare questo obiettivo in realtà. Continuiamo a vedere enormi progressi nella produzione sostenibile, nei programmi di riciclo, nelle energie rinnovabili e nelle attività di riduzione delle emissioni, e c’è ancora tanto lavoro da fare per pulire il settore automotive. Ci vorrà del tempo, ma siamo tutti impegnati in questa impresa».

Loading...

Lei ha un lungo passato nel venture capital e nelle startup e ha fondato Henkel X Ventures. Quale può essere il ruolo del Venture capital nella transizione ecologica e in particolare nell’automotive?

La nostra missione è portare la mobilità elettrica a tutti, ovunque. Possiamo farlo solo con investitori visionari, che comprendano e sostengano un futuro elettrico sostenibile. I Venture capital europei devono essere più coraggiosi nella loro strategia di investimento, altrimenti le aziende di domani saranno nelle mani di investitori stranieri e gli imprenditori di talento andranno in cerca di investimenti da altre parti.

Questa è l’alba di un nuovo ecosistema, in cui l’eMobility è il futuro, i finanziamenti diventano verdi e i governi sviluppano attivamente incentivi per motivare l’adozione dell’eMobility. Tutto ciò richiede investimenti significativi e sostenuti, con un approccio intelligente ed evoluto al rischio e al rendimento. È indubbiamente un momento difficile per la raccolta di fondi. I governi e le istituzioni finanziarie potrebbero fare di più per sostenere le aziende in crescita in questo settore, incentivando gli investitori e la collaborazione, in modo da garantire insieme un futuro alle generazioni che verranno».

Può spiegarci come funziona la vostra piattaforma per l’implementazione e la gestione di flotte aziendali di veicoli elettrici?

Forniamo una piattaforma completamente digitale e automatizzata in cui dipendenti possono navigare, confrontare e scegliere la loro nuova auto elettrica, ottenere un preventivo personalizzato in base al loro stipendio e alla loro situazione fiscale e ordinarla, il tutto in cinque semplici passaggi. Il nostro programma Pool Car, in collaborazione con Polestar e altri costruttori in procinto di entrare a far parte del gruppo, fornisce veicoli elettrici ai nostri clienti aziendali, introducendo loro e i loro dipendenti alla guida elettrica.

WeVee seleziona veicoli di produttori leader e collabora con fornitori di energia verde. Questa combinazione vincente consente alle aziende di ridurre istantaneamente le emissioni Scope 3 (emissioni non generate dall’azienda o dall’energia utilizzata, ma che vengono generate dalla catena del valore dell’azienda, ndr) dando al contempo un notevole benefit ai dipendenti.

Esempio: un dipendente guadagna 30mila euro, guida un’auto a benzina vecchia di 10 anni che non può permettersi di sostituire. Grazie a WeVee può ora noleggiare un’auto elettrica nuova di zecca, per 293 euro al mese, con assicurazione, manutenzione, pneumatici invernali e soccorso stradale inclusi. Il dipendente diventa così un consumatore consapevole e green, con la sicurezza di costi mensili fissi. Deve solo pagare la ricarica (in Germania le aziende la sovvenzionano). Grazie alle nostre partnership, come quella con Enel X Way, abbiamo creato dei punti di ricarica veloci per le aziende e per le abitazioni, che facilitano ulteriormente la transizione.

Le emissioni Scope 3 sono di solito le più difficili da affrontare per le aziende. I veicoli elettrici, tuttavia, sono il modo più semplice per ridurle. Quando si parla di emissioni, qualsiasi riduzione è importante, quindi, indipendentemente dalle dimensioni dell’azienda, il passaggio al pendolarismo sostenibile attraverso la piattaforma WeVee eMaaS è una soluzione vantaggiosa per chiunque.

Che cos’è il pendolarismo sostenibile e come potrebbe essere replicato dalla Germania ad altri paesi europei?

Si tratta di viaggiare con mezzi ecologici, riducendo le emissioni: a piedi, in bicicletta, con i mezzi pubblici, in car pooling, in car sharing e con veicoli ecologici. La piattaforma WeVee eMaaS è operativa in Germania, con team in Spagna e nei Paesi Bassi; Francia e Italia presto seguiranno, insieme a Pool Car elettriche, sharing di veicoli elettrici ed eScooter. Stiamo lavorando per diffondere l’app in tutta Europa.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti