illuminazione

Kundalini scommette sui giovani designer e sui mercati esteri

di Giovanna Mancini

3' di lettura

Dieci nuove lampade presentate all’ultima edizione del Salone del Mobile di Milano, tutte giocate sul filo del passato che ritorna nel presente e scommettendo su giovani designer e qualche nome già affermato. Una piccola prova di forza per un’azienda che punta tutto sulla bellezza e l’efficacia dei suoi prodotti. «Siamo un’azienda di prodotto», spiega infatti Stefano Bordone, il bocconiano che è entrato in Kundalini nel 2002 quasi per hobby, ma poi si è appassionato al mondo dell’illuminazione e sei anni dopo ha rilevato l’azienda l’azienda dal suo socio, diventandone presidente.

«Un’azienda con numeri piccoli come i nostri (5 milioni di fatturato e 15 dipendenti, ndr) si gioca tutto sul prodotto», aggiunge. Una collezione azzeccata o sbagliata fa la differenza – anche forte – sulle vendite, che fanno leva sulla forza del brand e della sua immagine, sulla bellezza e originalità delle proposte, più che su una particolare strategia distributiva.

Loading...

Vietato sbagliare, dunque. «Quest’anno credo di aver vinto la scommessa – dice Bordone riferendosi all’ultima edizione di Euroluce, la sezione del Salone del Mobile dedicata alle aziende dell’illuminazione -. Abbiamo firmato molti ordini, cosa cnon scontata in una fiera». E cita il caso di un cliente di Singapore che l’ultimo giorno di fiera è venuto personalmente a smontare una delle lampade di cui aveva ordinato la fornitura, per portarla con sé e averla da subito in negozio.

Singapore, ma anche Nuova Caledonia. E tanta Europa. Anche sul fronte dell’internazionalizzazione – come su quello dei numeri – Kundalini è emblematica del comparto produttivo a cui appartiene: l’industria della luce decorativa made in Italy è fatta di una galassia di piccole e piccolissime aziende che, tutte insieme, valgono oltre 2,2 miliardi e da sempre hanno una fortissima vocazione alle esportazioni (il 75% del fatturato). «Non abbiamo monomarca – precisa Bordone – ma ci appoggiamo a una rete capillare di multimarca di pregio, puntando molto sulla forza del brand e del made in Italy».

Ma, ancora una volta, è il prodotto che fa la differenza. Per il 2017 Kundalini ha deciso di esplorare i modi in cui il passato (inteso come tradizioni o tecniche produttive, materiali, fantasie...) può essere riletto e rielaborato oggi attraverso le nuove tecnologie, in particolare le sorgenti Led e le tecniche digitali. Il risultato sono dieci gioiellini dalle caratteristiche estetiche raffinate e contemporanee, ma anche calde e materiche, dotati di forme un tempo impensabili, ottenute proprio grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie: Minimal, Toot, Yumma...

Le novità Kundalini a Euroluce 2017

Le novità Kundalini a Euroluce 2017

Photogallery10 foto

Visualizza

Perché in questo consiste, secondo Bordone, l’impatto della cosiddetta rivoluzione Led nel mondo della luce decorativa: «Un utilizzo sapiente dei Led deve agire soprattutto sulle forme, perché le nuove sorgenti luminose consentono oggi di fare cose che prima non potevamo fare».

Altra strategia di Kundalini è di puntare, oltre che su designer affermati come Karim Rashid, sui giovani talenti: «In un’azienda di prodotto è il il prodotto che vince, non l’autore – osserva Bordone –. Un nome altisonante agisce da sé come leva di marketing, ma se una lampada diventata bestseller, come la Melina, nessuno si domanda chi l’ha fatta e anzi, quando le persone scoprono che dietro ci sono due giovani designer, l’apprezzano ancora di più». Quest’anno Kundalini ha scommesso su due ragazzi scoperti lo scorso anno al salone Satellite: il messicano David Pompa, che ha disegnato Minimal, e l’americano Ini Archibong, autore di Hive.

Giovani, internazionalizzazione, innovazione e desig: con queste carte Kundalini punta a raddoppiare, a breve-medio termine – le proprie dimensioni. Poi si vedrà: «Un imprenditore deve essere aperto a tutto –conclude Bordone -. Se dovessi ricevere una buona proposta industriale funzionale a crescere...perché no?».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti