ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùVenezia

L’80ª edizione della mostra di Venezia e il Leone d’oro a Yorgos Lanthimos

a cura di Stefano Biolchini e Andrea Chimento

Yorgos Lanthimos

1' di lettura

Si è conclusa con la vittoria di Yorgos Lanthimos e del suo “Povere creature!” l’ottantesima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, in programma dal 30 agosto al 9 settembre.
Il regista greco, già autore di film capaci di scuotere come “Dogtooth” e “The Lobster”, ha ottenuto il prestigioso Leone d’oro, premio che potrebbe essere soltanto l’antipasto di una ricca serie di riconoscimenti.
Il Premio per la miglior regia è andato a Matteo Garrone per “Io Capitano”, film che ha portato il giovane attore Seydou Sarr ad alzare il Premio Marcello Mastroianni per il miglior interprete emergente. “Io Capitano” era uno dei sei titoli italiani in concorso, insieme a “Lubo” di Giorgio Diritti, “Adagio” di Stefano Sollima, “Enea” di Pietro Castellitto, “Finalmente l’alba” di Saverio Costanzo e “Comandante” di Edoardo De Angelis, scelto peraltro come film d’apertura dell’intera manifestazione.
Il toccante “Il male non esiste” del regista giapponese Ryusuke Hamaguchi ha vinto il Gran Premio della Giuria mentre l’impegnato “The Green Border” di Agnieszka Holland ha ottenuto il Premio Speciale della Giuria. La regia presieduta da Damien Chazelle ha poi consegnato il titolo di miglior sceneggiatura a Pablo Larraín per “El conde”.
Miglior attrice Cailee Spaney per aver interpretato la protagonista di “Priscilla” di Sofia Coppola, mentre la Coppa Volpi come miglior attore è andata a Peter Sarsgaard per “Memory” di Michel Franco.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti