AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùil rally in borsa

L'addio di Unicredit a Mediobanca spinge Generali ai massimi dal 2008

di Cheo Condina

default onloading pic
(REUTERS)


1' di lettura

Generali vola in Borsa e tocca i massimi da fine 2008, cioè degli ultimi 11 anni, dopo i conti dei nove mesi ma soprattutto dopo le ultime evoluzioni nel capitale del suo primo socio, Mediobanca, di cui Unicredit ha venduto l'intera quota. Il titolo del Leone ha superato quota 19 euro con gli operatori che ora si interrogano sulle possibili evoluzioni dei rapporti di forza nel suo azionariato, in cui Mediobanca detiene il 13%.

Del resto, a valle del collocamento accelerato da parte di Unicredit, la Delfin di Leonardo Del Vecchio si sarebbe portata al 10% del capitale di Piazzetta Cuccia, ma va ricordato che il fondatore di Luxottica è anche tra i principali soci delle Generali con il 5% del capitale, all'incirca la stessa quota detenuta da Francesco Gaetano Caltagirone. I conti dei nove mesi, d'altro canto, sono stati in linea con le attese degli analisti che vedevano un utile netto in aumento a ridotto di 2,2 miliardi. Secondo Ubs, per esempio, i risultati delle divisioni core di Generali hanno rispettato le attese anche se la Solvency si è indebolita al 204% (il Cfo Cristiano Borean ha precisato comunque che a fine ottobre era già risalita al 209%).

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Riproduzione riservata ©
  • default onloading pic

    Cheo CondinaRedattore Radiocor

    Luogo: Milano

    Lingue parlate: Italiano, inglese

    Argomenti: Energia, infrastrutture, assicurazioni, finanza e mercati

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti