Gite fuori porta

L’altra estate di Lugano tra Long Lake Festival, arte e gite in battello

Sono numerose le attività sportive e culturali che offre la città ticinesi durante i mesi estivi

di Lucilla Incorvati

5' di lettura

A meno di un ora da Milano a Lugano c’è l’altra estate che non ti aspetti. Dalla musica allo sport alla cultura la città ticinese riserva alcune alternative interessanti. Impossibile, poi, non lasciarsi travolgere dall’ondata di creatività che per tutta l’estate dilaga tra vicoli e strade, grazie al suo Long Lake Festival, manifestazione artistica e culturale che sorprende per la ricchezza di eventi gratuiti in programma e la varietà dei palcoscenici allestiti in ogni angolo del centro. Da non perdere le visite guidate alla scoperta dell’architettura e della street art luganese, che mostrano la città da una prospettiva diversa e non sempre nota.

Vivere il lago: dallo yoga al kayak passando per il Paddle

Con l’arrivo dell’estate e l’apertura della stagione balneare, il Lido di Lugano diventa il nuovo cuore pulsante della città. L’ampia spiaggia non distante dal centro è un angolo in cui sono numerose le occasioni di svago e relax. Per chi ama lo yoga, inoltre, dal 26 giugno al 28 agosto 2021 l’appuntamento è ogni sabato mattina alle 9.00 per una lezione sulla spiaggia, pratica questa che si aggiunge agli sport d’acqua e a quelli di squadra con piscina, trampolini e vasca per bambini. Per un mome nto di relax un’alternativa la offre il Lido Riva Caccia che, installato su piattaforme galleggianti vanta una posizione invidiabile, giusto al centro del golfo, e una straordinaria vista panoramica sulla città, sul Monte Brè e sul Monte San Salvatore. Per i più sportivi la coperta del Lago di Lugano su fa in kayak. Soprattutto al mattino presto, quando i primi raggi del sole danno il buongiorno danzando tra le onde. Un’esperienza tutta da provare, tanto meglio se in uno scenario d’eccezione: il Lago di Lugano. Perché le acque placide del Ceresio offrono le condizioni perfette per imparare a pagaiare velocemente e senza sforzo.. Ad Agno si trova anche il primo centro di Stand Up Paddle aperto sulle sponde del Lago di Lugano, inaugurato 10 anni fa da Yoann Hamonic. Mosso dalla passione per l’acqua, il surf e la natura, Yoann ha deciso di trapiantare nella città svizzera lo stile di vita indonesiano – che ammira molto – attraverso uno sport che invita a rilassarsi, ricaricare le energie e allenare l’equilibrio. Qui si organizzano corsi per grandi e piccini a tutti i livelli.

Loading...

Un’estate all’insegna del LongLake Festival

Sulle rive del Lago di Lugano l’edizione 2021 del LongLake Festival promette di essere particolarmente lunga e varia: tre mesi e mezzo di eventi gratuiti nel quadro di un programma culturale ricco di appuntamenti e al tempo stesso studiato per garantire la distanza e la sicurezza di tutti i partecipanti. Fino al 19 settembre 2021, le acque del Lago di Lugano fanno da sfondo a molteplici palchi dislocati in più punti della città. . Il programma prevede spettacoli teatrali e di danza, proiezioni di film, spettacoli comici, concerti, letture e intrattenimenti con clown comprende esibizioni dal vivo di artisti famosi provenienti da tutto il mondo che spaziano dal rock al pop, dal folk all’indie e dal reggae al punk, nel settore “Classica” viene offerta della musica classica a livello internazionale. Nel quadro del settore “Buskers”, l’arte di strada vivacizza le vie della città con prestazioni strabilianti realizzate con mezzi semplici. “Urban Art” è un fermento di esperimenti artistici, “Family” offre intrattenimento per grandi e piccini con letture di fiabe, teatri per bambini, nonché proiezioni di film e spettacoli di magia. Infine, nel quadro di “Words” degli scrittori intervengono con letture e discussioni. Complessivamente, durante il Long Lake Festival si esibiscono circa mille artisti. L’accesso alla maggior parte delle manifestazioni è gratuito.

Architettura e street art a Lugano

Rinomati architetti ticinesi – tra cui Mario Botta e Aurelio Galfetti – hanno contribuito a plasmare il volto di una città che oggi è famosa per la sua architettura contemporanea. Ma la fisionomia di Lugano è in costante cambiamento, con vie ed edifici che giorno dopo giorno si arricchiscono di nuove opere d'arte pubblica, in particolare street art. Non è un caso: in questi anni, la città ha saputo reclutare artisti che meritano attenzione, i cui lavori si integrano alla perfezione in una realtà che vede coesistere Rinascimento e Movimento moderno, urban art ottocentesca e odierna street art. Per chi desidera scoprire Lugano da questa prospettiva, i2A istituto internazionale di architettura organizza visite guidate gratuite in compagnia di professionisti del settore, che nell’ambito di una passeggiata tra le strade della città illustrano le peculiarità architettoniche degli edifici principali. Chi, tuttavia, è interessato in particolar modo alla street art luganese può partire alla volta del Self Guided Tour, un percorso predefinito concepito da Arte Urbana Lugano per scoprire in autonomia i murales più affascinanti realizzati negli anni e in continua espansione. Non lontano dal centro di Lugano, eppure in disparte dal traffico e dalla frenesia della città, sorge a 425 m s.l.m. la Fattoria Moncucchetto, famosa per la pregiata qualità dei vini e per la spettacolare architettura, opera di Mario Botta. L’edificio futuristico, affacciato sul lago e armoniosamente inserito nell’ambiente circostante, si sviluppa su tre livelli: i due piani inferiori sono riservati alla produzione e alla conservazione del vino; quello superiore, invece, è il regno dello chef Andrea Muggiano. La novità è che ora questo spazio è aperto anche la sera come ristorante.

Lac en plein air

Fino a venerdì 10 settembre 2021, l'Agorà del centro culturale LAC Lugano Arte e Cultura torna ad essere il luogo in cui incontrarsi per ascoltare musica, vedere teatro, seguire incontri e conversazioni, assistere a spettacoli di danza: si torna nuovamente in scena pieni di fiducia nel nostro domani, osservando le norme in vigore per un'esperienza in totale sicurezza. LAC en plein air, la rassegna estiva del centro culturale della Città di Lugano, festeggia i suoi primi quattro anni di vita e lo fa proponendo due mesi di visioni e ascolti di qualità; un palinsesto di oltre trentacinque appuntamenti, che ospiterà sia artisti cari al LAC sia volti nuovi per la scena ticinese, grandi protagonisti della danza contemporanea, musicisti provenienti da tutto il mondo. Una rassegna che, di anno in anno, arricchisce e diversifica la sua offerta, forte della attenzione del pubblico che la accompagna e che quest'anno si presenta come una vera e propria stagione estiva.L'edizione 2021 offre un palinsesto con molti ingredienti: concerti di musica classica e contemporanea, incursioni nelle sonorità del mondo, spettacoli di teatro e danza, incontri con artisti e curatori, eventi e attività dedicati alle famiglie.

Viste e panorami

Monte San Salvatore, la collina dalla quale c’è la vista più bella sul lago, in estate è accessibile anche la sera. E’ la montagna sopra Lugano che dal 1890 si può raggiungere fino in cima, a 912 m s.l.m., comodamente seduti a bordo di una funicolare. Quando il tempo è bello, dalla sommità lo sguardo spazia a 360 gradi scivolando dalle Alpi Bernesi e del Vallese alla Pianura Padana, delimitata a sud dagli Appennini, per poi posarsi sui tetti della città e sulle acque del lago ai piedi dell’osservatore. Fino all’8 luglio 2021, il servizio sarà limitato al venerdì e al sabato. In seguito e fino al 28 agosto, le corse si susseguiranno dalle 9.00 alle 23.00 tutti i giorni. La sera, tra l’altro, gli ospiti del ristorante pagano solo CHF 9.– e provano tutto il piacere non solo di un’ottima cucina ma anche della splendida veduta del Golfo di Lugano.

Tour serale dei grotti sul Lago di Lugano

Per chi vuole cenare all’aria aperta e abbandonarsi al relax, la Società Navigazione del Lago di Lugano organizza tour in battello per alcuni dei grotti e ristoranti che sorgono a ridosso del molo, affacciati sulle acque illuminate dalle luci della città e avvolti in un’atmosfera magica e suggestiva. Il tour fa tappa innanzitutto al Grotto San Rocco e al Grotto dei Pescatori, ai piedi del Monte Caprino, entrambi immersi nella natura e con una bellissima vista sulla città di Lugano e sulle imponenti montagne che la circondano. Il battello continua poi verso le Cantine di Gandria, dove altri due grotti portano in tavola prodotti tipici ticinesi. Infine, oltrepassa la pittoresca località di Gandria e torna al punto di partenza, a Lugano.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti