RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE

L’andamento al 30 giugno conferma resilienza e solidità del modello di business di Be

Be Shaping the Future (in breve Be), quotata sul segmento STAR di Borsa Italiana, ha segnato un valore della produzione pari a 83,4 €/mln (+12,5% sul 2019), EBITDA +7,8% e EBIT +2,6%

default onloading pic
(ntinai - stock.adobe.com)

Be Shaping the Future (in breve Be), quotata sul segmento STAR di Borsa Italiana, ha segnato un valore della produzione pari a 83,4 €/mln (+12,5% sul 2019), EBITDA +7,8% e EBIT +2,6%


2' di lettura

Il Consiglio di amministrazione di Be Shaping the Future (in breve Be), quotata sul segmento STAR di Borsa Italiana, ha approvato il Resoconto intermedio di gestione al 30 giugno 2020.

“Con la prima metà del 2020 consegnata alla storia come la più grande crisi globale da generazioni e l'Italia in prima linea quale paese maggiormente colpito nella prima fase della pandemia, Be conferma ulteriormente la resilienza del proprio modello di business - afferma Stefano Achermann, CEO di Be - I risultati del primo semestre hanno effettivamente promosso il nostro titolo in questa crisi a investimento anticiclico e difensivo”.

La società ha anche rafforzato la propria posizione sul primo cliente, un primario Gruppo Bancario Internazionale, affermandosi – in un contest con i principali player mondiali del settore - come primo partner per potenziali assegnazioni di servizi nel periodo 2020-2022.

I risultati di questo primo semestre 2020 mostrano un valore della produzione pari a € 83,4 milioni rispetto a € 74,2 milioni al 30 giugno 2019, un incremento dei ricavi del 12,5%, un aumento dell'EBITDA (a 13 milioni) del 7,8% e dell'EBIT (pari a 8,2 milioni) del 2,6%. Il trend di medio-lungo periodo è ulteriormente rafforzato dagli accordi siglati dalle nuove società Human Mobility e Doom Entertainment che avranno impatto sul secondo semestre.

L'utile ante imposte di pertinenza del Gruppo (EBT) è pari a € 7,5 milioni, in crescita dell'2,5% rispetto a € 7,3 milioni al 30 giugno 2019.

L'Indebitamento Finanziario Netto si attesta a 25,9 milioni in leggero calo rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (€ 27,8 milioni) mentre aumenta di € 14,5 milioni rispetto al 31.12.2019 (€ 11,4 milioni) a causa dell'usuale stagionalità degli incassi.

Dopo la chiusura del semestre, Be ha partecipato a un aumento di capitale dedicato di YOLO, la piattaforma assicurativa on demand di instant insurance fondata da Simone Ranucci Brandimarte e Gianluca de Cobelli. L'investimento di Be in YOLO si affianca a quelli di Intesa San Paolo Vita, Banca di Piacenza e CRIF. La partecipazione di Be sarà pari al 2,5% del capitale. Be aderisce inoltre a un nuovo Patto parasociale che lega i soci fondatori e i nuovi investitori.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti