ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEMISSIONI

L’anno dei social bond: +667% nuove emissioni

Le emissioni sono state utilizzate per l’emergenza Covid. In calo i green bond

default onloading pic
(m.mphoto - stock.adobe.com)

Le emissioni sono state utilizzate per l’emergenza Covid. In calo i green bond


3' di lettura

Crescita senza precedenti per la famiglia dei green, social e sustainability bonds. Complice la pandemia e l’utilizzo delle emissioni social per le emergenze sanitarie e sociali legate al coronavirus, i social bond hanno avuto una straordinaria impennata del 667% con 132 miliardi di dollari di emissioni (fino a novembre) da 17 miliardi del 2019. Una crescita che è andata a scapito dei green bond, utilizzati per le iniziative legate al clima e alle energie rinnovabili che nei primi 11 mesi del 2020 hanno toccato quota 208 miliardi di dollari, in calo del 13% dai 240 dello stesso periodo del 2019. Nell’anno appena trascorso, si sono fatti strada anche i sustainability bonds, una via di mezzo tra le prime due categorie, che hanno messo a segno una crescita del 67% con 63 miliardi di emissioni: complessivamente, a fine novembre i bond emessi si sono attestati a 403 miliardi di dollari da 294 miliardi dello stesso periodo del 2019, secondo i calcoli di UniCredit.

Social e sustainbability raccolgono 195 miliardi

A guidare la rimonta sono stati i social e i sustainability che insieme hanno raccolto 195 miliardi di emissioni e rappresentanto il 49% del mercato contro il 51% dei green bond. «La sostenibilità influenza ormai profondamente le decisioni strategiche e di business delle aziende sia in Europa che nel resto del mondo – commenta Carolina Marazzini, co-head of debt origination di UniCredit -. Non sorprende che le emissioni sustainable abbiano conosciuto una fase di sviluppo impetuoso, che si è andata accentuando nell'ultimo biennio. Ciononostante, restano ancora relativamente rare sul mercato e quindi in grado di stimolare domanda addizionale da parte degli investitori».

Loading...

Europa capofila

In questo scenario, l’Europa con i suoi 195 miliardi guida la classifica, davanti all’Asia e alla Cina con 67 miliardi e agli Stati Uniti con 60 miliardi. L'Unione Europea si è unita agli emittenti di obbligazioni sociali come parte dei suoi sforzi per affrontare l’impatto della pandemia, con il suo primo social bond da 17 miliardi di euro da destinare al suo programma SURE a sostegno dell’occupazione. Nello specifico geografico, in Europa è la Francia a fare la parte del leone (soltanto le emissioni della Repubblica sono state 30,2 miliardi di dollari) insieme alla Germania e ai Paesi Bassi, la Svezia, la Spagna. L’Italia è la nono posto davanti alla Norvegia e dietro il Portogallo. Guardando all’utilizzo dei fondi raccolti sul mercato attraverso i green bond, i settori coinvolti sono quelli dell’energia, dei trasporti, delle costruzioni che insieme hanno utilizzato l’85% dei fondi.

Le previsioni di Unicredit

Una crescita destinata a continuare anche per l’anno in corso: Unicredit prevede per il 2021 emissioni per 570 miliardi di dollari per tutte le categorie, soltanto i social e sustainability bond sono stimati in 290 miliardi di dollari. «La pandemia è tutt’altro che finita - commenta Jovita Razauskaite, portfolio manager Green Bonds, NN Investment Partners -. Le preoccupazioni sociali che circondano il mantenimento dell’occupazione e l’assistenza sanitaria rimarranno fondamentali per la ripresa. Alla luce di ciò, insieme agli alti livelli di interesse degli investitori, vediamo spazio per l’ulteriore espansione e diversificazione del mercato dei social bond». La società di asset management fa notare che con la crescita del mercato e senza una tassonomia standardizzata, il rischio è di andare incontro al fenomeno del «socialwashing», semplici etichette per fare marketing, senza informazioni affidabili sui progetti e sulle performance sociali. La sfida è dunque raggiungere «un quadro standardizzato per la rendicontazione dell'impatto sociale».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti