matteo danieli (bending spoons)

«L’App Store cambierà? Più difficile competere ma il business cresce»

di Luca Tremolada


default onloading pic

2' di lettura

Apple News Plus, Apple Arcade e poi le serie in streaming. Gli ultimi annunci di Cupertino qualche brivido alla schiena lo hanno provocato agli sviluppatori indipendenti. Se già prima era difficile emergere tra le migliaia di applicazioni dell’App Store, ora che sono stati sdoganate nuove forme di abbonamento la vita per i piccoli potrebbe complicarsi. E forse anche per i grandi. Bending Spoons è una software house milanese tra i primi 10 iOS app developer al mondo. Loro una opinione sull’app economy ce l’hanno. «Se parliamo del mercato dell’intrattenimento, del puro il gaming - commenta Matteo Danieli, Cpo e founder dell’ex startup - probabilmente sì, sarà più difficile competere per i piccolissimi ma il mercato potrebbe allargarsi. Offrire un abbonamento a una selezioni di giochi potrebbe in teoria aumentare la domanda di gaming da parte degli utenti e quindi allargare il mercato».

Per Bending Spoons le cose peraltro sembrano andare davvero bene. I ricavi operativi, dichiarano, hanno raggiunto i 45,5 milioni (al lordo delle fee di Apple), rispetto ai 9,8 milioni del 2017. L'Ebitda si attesta a 8,3 milioni rispetto ai 3,5 milioni del 2017. L'azienda, che già conta quasi 100 dipendenti negli uffici milanesi di Corso Como 15, ha annunciato inoltre la ricerca di circa 50 nuovi collaboratori per l'anno in corso.

«Per noi cambia poco - tiene a precisare Danieli - anche se questi annunci sono la dimostrazione che il mercato delle app continua ad evolversi». Per i manager dell’azienda i cambiamenti che interessano lo store della Apple sono piuttosto rilevanti. Bending Spoons opera quasi esclusivamente su iOs che ricordiamo è il sistema operativo mobile installato su due telefoni su dieci. Il grosso del mercato smartphone è in mano a a Android, e quindi a Google Play il negozio di app di Mountain View. «Il 50% del nostro business passa dagli Usa dove Apple è più radicato, tuttavia - dichiara - stiamo valutando se non sia il caso di convertire le nostre applicazione anche per Android». «La scelta di Apple - conclude - ci permette di realizzare prodotti di qualità superiore, la spesa iOs per utente è il doppio sui giochi il quadruplo sulle app normale». L’infrastruttura tecnologica di Bending Spoons, spiega, è stata progettata per lavorare negli ambienti Apple. Come dire, per ora restiamo bene dove stiamo.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...