Calcio e risparmio

L’As Roma a caccia di fondi lancia un bond da 275 milioni

La società ha deciso di emettere un prestito obbligazionario non convertibile fino a un massimo di 275 milioni di euro riservato a investitori istituzionali qualificati. Ipotesi quotazione a Dublino

di Gianni Dragoni


default onloading pic

2' di lettura

Arriva il «Magica bond». L' As Roma ha bisogno di soldi e il cda, dopo aver esplorato varie strade tra cui la cessione di Trigoria, ha deciso di emettere un prestito obbligazionario non convertibile «fino ad un massimo di 275 milioni di euro», riservato a «investitori istituzionali qualificati», da quotare su un mercato Ue, probabilmente a Dublino. Si tratta di nuovi debiti. La società di calcio ha detto che il bond servirà a «rifinanziare il debito esistente (...) anche ottimizzandone la struttura e la scadenza, e dotare la società di risorse finanziarie per la propria attività». Nella semestrale al 31 dicembre 2018 il gruppo As Roma aveva debiti finanziari netti consolidati per 196,4 milioni e un patrimonio netto negativo di -100,56 milioni. Al 31 marzo 2019 i debiti finanziari netti erano 191 milioni per il gruppo e 224,8 milioni per la As Roma Spa.

Dopo 30 anni Totti si fa da parte: lascio la Roma, meglio morire

La situazione patrimoniale e finanziaria della As Roma

La Magica è sottocapitalizzata. Tra le grandi squadre di Serie A ha la situazione patrimoniale e finanziaria peggiore. Ma i soci di maggioranza americani, guidati da James Pallotta, di cui è consulente Franco Baldini, hanno preferito fare nuovi debiti anziché ricapitalizzare la società.
I conti sono previsti in rosso anche nell'esercizio chiuso il 30 giugno. Nei primi nove mesi la Roma Spa ha perso 23,4 milioni (-25,5 milioni il consolidato a giugno 2018). Si allontana la prospettiva di costruire uno stadio di proprietà, dopo la frenata della giunta Raggi all'operazione Tor di Valle.

I tempi del collocamento del bond

Il bond verrà collocato la prossima settimana. Grazie ai tassi bassi del momento, la Roma prevede di ottenere un tasso inferiore al 5-6% pagato sul debito attuale. Questo debito deriva dal contratto con Goldman Sachs e UniCredit sottoscritto il 12 febbraio 2015, modificato il 22 giugno 2017, con incremento della linea di credito da 175 milioni a 230 milioni, a un tasso Euribor 3 mesi (con un minimo di 0,75%) con uno spread del 6,25%, scadenza 22 giugno 2022. L'obiettivo è rimborsare questo debito per intero. Il 19 febbraio la Juventus ha emesso un bond di 175 milioni a 5 anni al 3,375% annuo.

Voci di cessione del centro sportivo di Trigoria

Secondo fonti finanziarie nelle ultime settimane rappresentanti della Roma hanno proposto a fondi stranieri a Londra la cessione per 30 milioni del centro sportivo di Trigoria (che è di un'altra società, la As Roma Real Estate) per 30 milioni e un rendimento del 5-6% annuo, per rifinanziare il lease back . Ma non hanno trovato finora interessati.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...