EUROPEI A RISCHIO

L’atleta Daisy Osakue aggredita, il Pd: Governo riferisca in Parlamento

di Andrea Marini

Migranti: Cassazione, dire 'andate via' e' razzismo

3' di lettura

Rischia di non partecipare agli Europei di atletica Daisy Osakue. La primatista italiana under 23 di lancio del disco, nata a Torino da genitori nigeriani, è stata colpita in pieno volto da un uovo lanciato da un’auto in corsa, nella notte a Moncalieri. Trasportata all’ospedale Oftalmico di Torino, ha riportato una lesione alla cornea e dovrà essere operata per rimuovere un frammento di guscio dell’uovo. Gli aggressori sono ricercati dai carabinieri, secondo cui l’azione non è riconducibile a motivi razziali. Tuttavia, il Pd ha subito attaccato il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Salvini: a fianco di chi subisce violenza, no emergenza razzismo
Il titolare del Viminale, Matteo Salvini, in tarda mattinata è intervenuto sull’episodio: «Spero di incontrarla e vederla gareggiare il prima possibile. Ogni aggressione - ha aggiunto - va punita e condannata, sono e sarò sempre a fianco di chi subisce violenza». Poi Salvini ha ribadito: «Emergenza razzismo in Italia? Non diciamo sciocchezze, ricordo che solo negli ultimi tre giorni, nel silenzio generale, la Polizia ha arrestato 95 immigrati, mentre altri 414 sono stati denunciati. L’immigrazione di massa permessa dalla sinistra negli ultimi anni non ha aiutato, per questo sto lavorando per fermare scafisti e clandestini».

Loading...

I carabinieri: già altri lanci di uova
Daisy Osakue stava rientrando a casa con un gruppo di amiche. In corso Roma, angolo via Vico, l’atleta è stata colpita dalle uova lanciate da alcune persone a bordo di un Fiat Doblò, che si è poi dileguato. La giovane è stata soccorsa da personale del 118 e trasportata all'Ospedale Oftalmico di Torino. Secondo i carabinieri, era già stato segnalato nei giorni scorsi, a Moncalieri, il Fiat Doblò da cui è partito il lancio di uova che ha ferito al volto Daisy Osakue.

Osakue: volevano colpire me come ragazza di colore
«L’hanno fatto apposta. Non volevano colpire me come Daisy, volevano colpire me come ragazza di colore» ha commentato Osakue: «In quella zona ci sono diverse prostitute, mi avranno scambiata per una di loro - ha aggiunto - Mi era già capitato di essere vittima di episodi di razzismo, ma solo verbali. Quando però si passa all’azione, significa che si è superato un altro muro. Per fortuna è soltanto una abrasione. Qualche giorno di riposo, qualche goccia e dovrei star bene».

Pd: Governo riferisca in Parlamento
«Il ministro dell’interno Salvini non può continuare a minimizzare, o a dare responsabilità immaginarie alla sinistra. Il Parlamento ha bisogno di sapere subito che cosa intenda fare il Governo, aspettiamo che un ministro si degni a venire in Aula a riferire», ha affermato il capogruppo del Pd a Palazzo Madama Andrea Marcucci. All’attacco anche l’ex segretario Matteo Renzi: «Gli attacchi contro persone di diverso colore della pelle sono una EMERGENZA. Ormai è un’evidenza, che NESSUNO può negare, specie se siede al Governo», ha scritto su Twitter.

Solidarietà da Fi
«Gli autori dell’aggressione di stanotte a Daisy Osakue, la nostra campionessa di pesi e lancio del disco, così come di altri gesti dello stesso tenore, devono essere perseguiti, arrestati e puniti con il massimo rigore. A Daisy Osakue esprimo la mia solidarietà e l’augurio di una pronta guarigione, perché vogliamo vederla gareggiare e vincere per l’Italia agli europei di Berlino». Così Mara Carfagna , vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia.

Meloni: individuare subito i responsabili
«Auguri di pronta guarigione alla nostra campionessa azzurra Daisy Osakue, colpita da un oggetto lanciatole da dei delinquenti. Siano individuati subito i responsabili e sia fatta piena luce sull'accaduto per verificare se si sia trattato di un vigliacco atto di razzismo. Forza Daisy che l’Italia ha bisogno di te ai prossimi europei di atletica». Così su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni.

Fico: combattere razzismo senza esitare
«Al di là del fatto se ci sono in questo momento episodi di razzismo, il razzismo va sempre combattuto, in ogni caso, senza esitare mai un solo secondo.», ha detto il presidente della Camera Roberto Fico (M5S). «L’aggressione dell'atleta azzurra Daisy Osakue è un atto indegno che condanniamo con fermezza, chi lo ha compiuto deve provare vergogna di fronte a tutto il nostro Paese. Alla nostra campionessa Daisy tutta la solidarietà e la vicinanza del M5S». Lo affermano in una nota i capigruppo del Movimento 5 Stelle al Senato e alla Camera Stefano Patuanelli e Francesco D’Uva.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti