I modelli/1

L’attività agricola tassata a bilancio non sfugge all’applicazione degli Isa

di Alessandra Caputo e Gian Paolo Tosoni


3' di lettura

IL QUESITO

I soggetti che svolgono attività agricole devono compilare i modelli Isa?

L’agricoltura ha i suoi indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa). Si tratta dei modelli AA01S e AA02S. Gli Isa sostituiscono gli studi di settore ed i parametri; non sono definiti uno strumento di accertamento ma premiale. Infatti, se il reddito di impresa o di professione dichiarato raggiunge il grado di affidabilità fiscale in base al posizionamento su una scala di valori da 1 a 10, il contribuente ottiene alcuni benefici fiscali.

I modelli previsti per le attività agricole vanno compilati dai contribuenti che dichiarano un reddito di impresa mentre restano esclusi coloro che dichiarano il reddito agrario o un reddito determinato forfetariamente (si veda, a tal proposito, l’altro articolo in pagina).

Il modello AA01S deve essere utilizzato da coloro che, nel periodo di imposta 2018, hanno esercitato una attività di coltivazione, silvicoltura e utilizzo di aree forestali. Nelle istruzioni al modello è contenuto l’elenco dettagliato dei codici attività che comportano l’obbligo di compilazione di questo Isa, a condizione che l’attività sia esercitata in misura prevalente. Ad esempio, vi rientrano, oltre alle coltivazioni vere e proprie (tra le altre, coltivazione di semi oleosi - 01.11.20, coltivazione di patate - 01.13.40, coltivazione di agrumi - 01.23.00, eccetera), anche l’attività di riproduzione delle piante - 01.30.00, altre lavorazioni delle sementi per la semina - 01.64.09; raccolta di prodotti selvatici non legnosi - 02.30.00, eccetera.

Il modello AA02S deve, invece, essere utilizzato da coloro che, nel periodo di imposta 2018, hanno svolto in prevalenza attività di allevamento, caccia e servizi connessi. Anche nelle istruzioni di questo modello è compreso l’elenco dettagliato dei codici attività ricomprese in quell’Isa.

La compilazione dei modelli è articolata e chiede numerose informazioni. In particolare, sono previsti un frontespizio e 5 quadri.

Nel frontespizio vanno indicati: il codice fiscale del contribuente, il codice attività relativo all’attività prevalente, il comune e la provincia di domicilio fiscale nonché il numero complessivo dei mesi durante i quali si è svolta l’attività nel corso del periodo d’imposta, solo nel caso in cui il periodo d’imposta è diverso da dodici mesi (altrimenti non si indica nulla).

I cinque quadri

I quadri, invece sono 5.

Quadro A in cui vanno indicati i dati del personale addetto all’attività. Va indicato il numero di giornate retribuite per ciascuna tipologia di lavoratori dipendenti (a tempo pieno, a tempo parziale, apprendisti, eccetera) e la percentuale di lavoro prestato con riferimento a collaboratori familiari, associati in partecipazione, soci e amministratori.

Quadro B in cui sono richieste informazioni relative alle unità locali e agli spazi che, a qualsiasi titolo, vengono utilizzati per l’esercizio dell’attività.

Quadro C sono richieste informazioni che consentono di individuare le concrete modalità di svolgimento dell’attività. In particolare, indicare: nel rigo C01, il codice 1, se l’impresa ha la forma di società cooperativa a mutualità prevalente, il codice 2, se l’impresa ha la forma di società cooperativa diversa da quelle a mutualità prevalente.

Quadro E in cui vanno indicati dati per la revisione, quali le modalità di svolgimento dell’attività e i prodotti venduti/servizi offerti con riferimento alle attività di coltivazione o la tipologia di allevamento e gli animali con riferimento all’Isa relativo alle attività di allevamento.

Quadro F relativo ai dati contabili che si compila tenendo conto delle regole previste dal Tuir. I dati contabili portano alla determinazione del reddito il cui risultato finale deve coincidere con il reddito dichiarato.

Relativamente alle attività connesse è previsto un proprio Isa, ma tali attività vengono richiamate anche nel quadro dell’agricoltura ai fini della revisione. Ad esempio, per lo svolgimento di attività agrituristiche va compilato il modello AG02S.

Imprese multiattività

In presenza di attività agricole il cui reddito venga determinato forfettariamente (come visto anche nelle pagine precedenti di questo Focus), è come se si fosse in presenza di una “non attività” e quindi non si incorre nel caso di multiattività. Ad esempio se una impresa agricola svolge l’attività di agriturismo in regime forfetario ed il commercio al minuto di prodotti alimentari commercializzati deve compilare l’Isa soltanto per l’attività del commercio.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...