ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di più

L’auto elettrica cresce in Europa e conquista terreno nelle flotte

di Matteo Quagliano

Suv elettrico.

2' di lettura

Nonostante la difficilissima situazione generale, in Europa occidentale (Ue+Efta-Uk) secondo l’Acea nel primo semestre dell’anno le vendite di auto elettriche pure (Bev secondo l’acronimo internazionale) sono aumentate del 31,6% con un mercato complessivo delle autovetture in calo del 13,7%. A rendere ancora più incisiva la crescita delle auto elettriche in Europa occidentale è il fatto che si registrano incrementi in tutti i trenta mercati dell’area tranne che in Austria (-5,5%) e, purtroppo, in Italia. Il risultato negativo dell’Italia dipende da diversi fattori e in primo luogo dal fatto che il mercato italiano dell’auto nel primo semestre di quest’anno ha subito un calo del 22,7% e quindi decisamente superiore a quello dell’intera Europa occidentale. Il mercato delle elettriche pure ha invece subito una contrazione più contenuta, anche se importante. Il calo è infatti “soltanto” del 17,6%.

La miglior tenuta delle elettriche rispetto al complesso del mercato italiano è indubbiamente un dato positivo e ancor di più lo diventa se si considera che vi sono stati forti ritardi nell’adozione di incentivi all’acquisto di auto elettriche. Il provvedimento relativo è stato adottato soltanto il 6 aprile, è entrato in vigore con molta lentezza e comunque non sta dando i risultati sperati soprattutto perché la rete di alimentazione delle auto elettriche non è ancora sufficientemente sviluppata, dato il numero insufficiente di colonnine di ricarica.

Loading...

Per quanto riguarda in particolare il mercato delle flotte, le elaborazioni di Dataforce mostrano che in Europa le Bev sono in crescita (+21,7%) anche in questo importante comparto. I risultati più importanti riguardano le posizioni di vertice nella classifica delle vendite, dove troviamo stabilmente il Gruppo VW, Tesla e Stellantis. Considerando tutti i suoi marchi, il Gruppo Volkswagen si trova saldamente in testa (con una penetrazione del 24,1% ovvero praticamente con un quarto del mercato), Stellantis è in forte crescita e sta insidiando Tesla che è al secondo posto. Parlando di Tesla non si può tacere, però, che la Model Y è sempre e comunque la Bev più venduta e al momento occupa il primo posto nella classifica delle vendite per modelli.

Benjamin Kiebis, Senior Automotive Analyst di Dataforce, sottolinea che questi risultati mettono in luce le diverse strategie per l’elettrico dei principali costruttori. Stellantis converte all’elettrico modelli esistenti orientandosi quindi sui segmenti più piccoli e più accessibili e su veicoli commerciali leggeri, mentre Volkswagen si concentra maggiormente sul mercato dei Suv e Tesla è un marchio ancora decisamente premium. Considerando l’andamento per modelli emerge, come si è già detto, che la best seller in Europa nella prima metà del 2022 è stata la Tesla Model Y (18.113 unità), seguita dalla sorella Model 3 (14.264) e dalla Volkswagen ID.4, che si assicura il terzo posto con 9.357 unità. Risultati molto buoni arrivano anche per la Fiat 500e, che ottiene il quarto posto con 8.925 unità.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti