elettrificazione

L’auto elettrica diventa democratica: in aumento l’offerta di tutte le case

Sostenibilità. La rivoluzione alla spina continua: sul mercato nuovi modelli a lunga autonomia e dal prezzo abbordabile e concorrenziale anche se il pareggio con le vetture termiche è lontano

di Simonluca Pini


default onloading pic
Peugeot e-208 da 340 km di autonomia

3' di lettura

La mobilità del futuro dirà addio al motore termico per lasciare spazio a quello elettrico e a batterie agli ioni di litio. Osservando però il parco auto circolante e i numeri delle auto a zero emissioni sulle strade, nei primi quattro mesi del 2019 in Italia la quota invece è dello 0,2% in crescita del +28% rispetto a 12 mesi fa e in Europa, si capisce come la scomparsa dei modelli a benzina e diesel sia ancora molto lontano.

Se fino ad oggi l’elettrico non era ancora alla portata del grande pubblico, anche a causa della scarsità di punti di ricarica sul territorio nazionale, nel futuro a breve termine l’elenco di modelli crescerà rapidamente portando novità dal design convenzionale ma senza pistoni sotto il cofano. In attesa della Fiat 500 elettrica, e della crescita delle reti di ricarica Enel X e Ionity, tra i modelli più interessanti spicca la Peugeot e-208. La compatta francese è mossa da un motore elettrico da 100 kW (pari a 136 cavalli) abbinato a batterie da 50 kWh in grado di garantire un’autonomia fino a 340 chilometri con omologazione Wltp. Costruita sulla piattaforma modulare Cmp, la stessa usata anche dalla Ds3 Crossback e-tense elettrica, si ricarica all’80% in 30 minuti utilizzando colonnine con potenza massima fino a 100 kW.

Il concept di suv compatto elettrico Audi Q4 e-tron che anticipa il modello di serie del 2020.

Sul fronte delle prestazioni accelera da 0 a 50 km/h in 2,8 secondi e da 0 a 100 km/h in 8,1 secondi. La garanzia, che comprende le batterie, è di 8 anni o 160.000 km per il 70% della capacità di carica. Già ordinabile e attesa su strada dal 2020, è offerta al momento da Peugeot con una formula di noleggio a lungo termine da 349 euro al mese per 60 mensilità a cui aggiungere 5.900 euro di anticipo.

Stesso schema tecnico ma differente design per la Opel Corsa-e, già ordinabile online in allestimento First Edition a 32.900 euro. Abbinata ad una dotazione completa, che comprende fra le altre cose anche fari a Led, cerchi da 17”, strumentazione digitale e caricatore da 11 kW, dichiara un’autonomia di 330 km. Prezzi simili per la Mini Cooper Se, venduta a 33.900 euro, prima elettrica del marchio inglese. La vettura, monta una batteria da 32.6 kWh e dichiara un’autonomia di 235 km con omologazione Wltp.

Realizzata sulla piattaforma Ukl sviluppata da Bmw, è spinta da un motore da 135 kW (184 cavalli) e per ricaricare la vettura è possibile usare colonnine e wallbox fino a 50 kW che permette di arrivare all’80% di carica in 35 minuti. Con una presa da 11 kW ci vogliono due ore e mezza per l’80% e tre ore e mezza per arrivare al 100 per cento.

La Mini elettrica Cooper SE

Passando in casa Audi, il primo modello elettrico dal prezzo indicativamente sotto i 50.000 euro sarà la Q4 e-tron che arriverà su strada entro la fine del 2020 offrendo un’autonomia reale di oltre 450 km. Lunga 4.59 metri e larga 1.90, la concept che anticipa il modello di serie monta due motori elettrici per una potenza complessiva di 306 cavalli scaricati a terra attraverso la trazione integrale quattro elettrica. Sul fronte delle prestazioni scatta da 0 a 100 km/h in 6,3 secondi e raggiunge una velocità massima di 180 km/h (autolimitata).

Con il termine range anxiety si indica il timore di scaricare completamente la vettura e rimanere fermi. Le elettriche di ultima generazione hanno batterie con autonomie ragionevoli

La batteria ad alta tensione, collocata tra gli assali in corrispondenza del sottoscocca, ha una capacità di 82 kWh. Q4 e-tron concept adotta la piattaforma modulare elettrica (Meb) che il Gruppo Volkswagen destinerà in futuro a molteplici modelli a zero emissioni, spaziando dalle berline compatte alle auto di medie dimensioni. Il primo modello della rivoluzione elettrica firmata Vw sarà la ID.3, compatta 100% elettrica che porta al debutto la nuova piattaforma e permette un’autonomia dichiarata compresa tra i 330 e i 550 km a seconda della batteria con prezzi a partire da poco più di 30.000 euro. Rivale dichiarata dell’elettrica più venduta, la Nissan Leaf, porterà il gruppo tedesco nella sfida della mobilità a zero emissioni.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...