il libro delL'ex first Lady

L’autobiografia di Michelle Obama è (quasi) la più venduta della storia

di Riccardo Barlaam


Michelle presenta il suo libro, Barack sul palco la sorprende

3' di lettura

Becoming, la mia vita, il libro di memorie di Michelle Obama si prepara a diventare l'autobiografia più venduta della storia. La casa editrice Penguin Random House, controllata dal gruppo tedesco Bertelsmann, dall'uscita del libro a novembre ne ha venduto oltre 10 milioni di copie in tutto il mondo.

GUARDA IL VIDEO / Michelle Obama: non capirò mai perché abbiamo eletto un misogino

L'ex first lady è ancora molto amata dagli americani. Dopo l'uscita del libro, che racconta il viaggio degli Obama da Chicago alla Casa Bianca, c'è chi ha parlato perfino di una possibile candidatura di Michelle tra le file dei democratici per le prossime elezioni presidenziali. Il gruppo Bertelsmann grazie alle vendite del libro ha incrementato i ricavi del 2,8%, a 17,7 miliardi di euro, il fatturato più alto dal 2007. “E' stato il nostro maggiore successo editoriale dell'anno”, ha confermato il ceo di Bertelsmann Thomas Rabe.

GUARDA IL VIDEO / Michelle Obama: “Con Barack sana rivalita' letteraria”

La biografia di Michelle è uscita lo scorso anno ma continua a vendere. Ormai, dicono gli editori, è diventata un long seller, “un classico moderno che porterà ancora a lungo ricavi. E presto diventerà il libro di memorie più venduto di sempre”. Fino a quando, almeno, non verrà pubblicato il libro biografico di suo marito, l'ex presidente Barack Obama sugli anni alla Casa Bianca, sempre per i tipi di Penguin Random House. Un libro che prevedono gli editori verrà pubblicato entro l'anno e rischia di superare per vendite quello di Michelle Obama. Una sfida in famiglia.

GUARDA IL VIDEO / Michelle presenta il suo libro, Barack sul palco la sorprende

La scommessa di Bertelsmann, che nel 2017 ha aumentato la quota azionaria in Penguin salendo al 75% del capitale con un investimento di un miliardo di dollari, è stata vincente. Nello stesso anno la casa editrice si era aggiudicata l'esclusiva sulle due biografie della coppia presidenziale per la cifra record di 65 milioni di dollari. E più di uno aveva storto il naso davanti a quella cifra. Una cifra che evidentemente il gruppo tedesco si è già ampiamente ripagata con il primo libro.
Penguin è una delle otto divisioni del gruppo Bertelsmann, colosso dei media che nel suo portfolio ha anche televisioni, musica, magazine in tutto il mondo e partecipazioni in società hi-tech della Silicon Valley. In Europa, tra le altre cose, Bertelsmann controlla i canali satellitari televisivi del gruppo Rtl, che in questi mesi per incrementare i ricavi dal digitale sta progettando una piattaforma di video streaming per Francia e Germania. Il gruppo Rtl lo scorso anno ha registrato un giro d'affari record di 6,5miliardi di euro (+2,1%).

GUARDA IL VIDEO / A sorpresa ai Grammy spunta Michelle Obama

La crescita dei ricavi del colosso dei media tedesco, oltre al successo incredibile che ha avuto il libro della ex first lady in soli cinque mesi, viene dai mercati emergenti in forte crescita come l'India, dagli audio book, settore in espansione a doppia cifra percentuale, e da altri blockbuster sul mercato editoriale americano come “The Reckoning”, ultimo libro di John Grisham. E il thriller politico “The president is missing”, scritto a quattro mani da James Patterson con un altro ex presidente, Bill Clinton.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...