Nuovi modelli

L’avanzata green dà una scossa alle Bmw

di Massimo Mambretti

Ibrida bavarese. Giunta alla seconda generazione la Bmw Serie 2 Active Tourer che ora sfoggia ora un look da suv. Motori mild hybrid e plug-in con motori asincroni derivati da quelli della iX e della i4

2' di lettura

Il gruppo Bmw si è posto l’obiettivo di raddoppiare le vendite di auto elettrificate nel giro di tre anni, passando dal traguardo del milione venduto dal 2013 alla fine del 2021 a quota due milioni entro il 2025. L’avanzata della transizione elettrica del gruppo bavarese segue, quindi, il piano annunciato l’estate scorsa, e prevede un’offerta complessiva di tredici modelli elettrici nel 2023. Tra quest’anno e il prossimo sono attese tante vetture rinnovate con sistemi propulsivi ibridi a 48V e plug-in e molte nuove full-electric. Tra queste si porrà l’ammiraglia elettrica i7 che promette un’autonomia di 600 chilometri, i cui lineamenti saranno ripresi dalla nuova generazione della Serie 7, che sarà proposta anche in versioni ibride plug-in. Dalle pochissime caratteristiche diffuse delle nuove ammiraglie si sa che offriranno ancora più schermi delle più recenti Bmw, grazie al display da 31” che fuoriesce dal rivestimento del padiglione dedicato all’intrattenimento dei passeggeri posteriori.Ad aprire la sfilata delle novità 2022 della Bmw è stata la seconda generazione della Serie 2 Active Tourer, che rimane una monovolume ma con un linea in stile crossover. L’Active Tourer eredita molte innovazioni dalla capostipite di tutte le prossime Bmw, il suv nativo elettrico iX. Vanno dal design minimalista alle innovazioni tecnologiche che spaziano dalla sicurezza e l’assistenza alla guida sino alla digitalizzazione, ben trasmessa dal widescreen formato dal display configurabile da 10,25” della strumentazione e da quello orientato verso chi guida da 10,7” del sistema di infotainment 5G. La nuova Serie 2 Active Tourer, in vendita a prezzi che partono da 34.600 euro, propone novità anche tra i motori. Infatti, porta al debutto il powertrain a benzina a tre cilindri di 1,5 litri mild-hybrid a 48 V con un elettrico da 19 cavalli, e in estate offrirà versioni plug-in che saranno le prime Bmw non full electric che sfrutteranno motori elettrici asincroni derivati da quelli di iX e i4. Ma non è tutto: è certo che che ci sarà anche una variante full-electric, proprio come nella nuova serie del suv X1 con cui la monovolume-crossover condivide tutta l’architettura meccanica.

Per la mobilità a emissioni zero la Bmw si è concentrata anche sulla tecnologia Fuel Cell, sviluppata in collaborazione con Toyota. Quest’anno presenterà una piccola serie del suv iX5 Hydrogen, spinto da un sistema composto da un’unità elettrica di quinta generazione con 374 cavalli abbinata a una cella a combustibile con 170 cavalli, alimenta da idrogeno stoccato a 700 bar in due serbatoi realizzati in fibra di carbonio.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti