il sole risolve

L’avventura del cliente che voleva un prestito da Findomestic

di Federica Pezzatti


default onloading pic
(vadim yerofeyev - stock.adobe.com)

3' di lettura

Lo scorso marzo volendo regalare a uno dei miei figli una Smart Tv ho approfittato, o meglio tentato di approfittare, di una promozione di Sky/Samsung che permetteva l’acquisto mediante un finanziamento Findomestic.
Effettuato l’ordine ho tentato di ottenere un finanziamento online da Findomestic pubblicizzato come semplice e rapido: e così é iniziata la mia odissea che, durata quasi un mese, si é conclusa, in assenza di alcun riscontro o assistenza, con la cancellazione da parte mia della richiesta di finanziamento.
Come potrete facilmente evincere dalla corrispondenza intercorsa il contenuto valore del finanziamento deve aver fatto sì che dall’assistenza telefonica fino al direttore generale della società, cui ho scritto direttamente, nessuno abbia ritenuto importante riscontrare le mie richieste.
Vi chiederete alla luce di quanto sopra il motivo del presente messaggio a distanza di parecchi mesi: il mio secondo figlio ha deciso a sua volta di acquistare anche lui una Smart TV ed ha richiesto, telefonicamente questa volta, un finanziamento di mille euro. Credete che a Findomestic, nonostante gli incaricati abbiano in più occasioni confermato di ricontattare mio figlio per la finalizzazione del contratto, abbiamo poi provveduto in tale senso? Avete indovinato: ovviamente no.
Mi chiedo come possa, un gruppo così importante nel settore del credito al consumo giovandosi anche di convenzioni con importanti operatori nel settore delle vendite al dettaglio anche online, possa gestire i contatti, l’assistenza ma più in generale i rapporti con la clientela con modalità e servizio così discutibili.

Massimo Bassi
(Via e-mail)

Riscontriamo l’esposto in oggetto, ricevuto, per il tramite di Banca d’Italia, lo scorso 4 ottobre, per confermarle di aver effettuato gli opportuni controlli in merito a quanto da lei segnalato, al fine di verificare eventuali scostamenti dalla nostra prassi operativa. Teniamo, tuttavia, a precisare, in relazione alle difficoltà riscontrate nei rapporti con i nostri uffici, che i nostri operatori cercano di far fronte con la stessa celerità e competenza alle numerose richieste, perseguendo, come obiettivo primario e irrinunciabile, la soddisfazione del cliente. Pertanto, sin da ora, le esprimiamo il nostro rammarico per quanto da lei riferito.
Dalle verifiche svolte risulta che l’inserimento “online” della sua richiesta di finanziamento, avvenuto domenica 18 marzo 2018, non sia andato a buon fine in quanto il sistema non ha riconosciuto il suo codice fiscale che, come da lei confermato, è stato corretto in via amministrativa per “omocodia”. È stato necessario, quindi, invitarla presso i nostri uffici per procedere alla sua corretta identificazione e all’acquisizione della copia dei suoi documenti, incombenze svolte venerdì 23 marzo presso l’agenzia Findomestic di Milano Giambellino.
In tale occasione, però, per un errore materiale di cui ci scusiamo, è stato stampato e sottoposto alla Sua firma un contratto con un codice fiscale non corretto. L’errore è emerso solo il successivo lunedì 26 marzo, in fase di esame della sua richiesta, la cui valutazione è stata, pertanto, sospesa, come da lei riportato e fatto presente anche per le vie brevi all’agenzia Findomestic di Bergamo. I nostri colleghi hanno, quindi, provveduto a contattarla telefonicamente chiedendoLe di firmare la nuova copia corretta del contratto, che non è stato possibile firmare in via digitale, ma è stato necessario sottoscrivere in originale come per la prima versione. Ricevuto l’originale del contratto corretto, venerdì 6 aprile, è stato finalmente possibile riprendere l’esame della sua richiesta e in quell’occasione, i colleghi addetti hanno tentato, senza successo, di ricontattarLa, attraverso i recapiti telefonici in nostro possesso, per gli ultimi approfondimenti finalizzati alla chiusura della pratica che, però, è stata preceduta dalla Sua richiesta di cancellazione, ricevuta e gestita il 9 aprile 2018.
Spiacenti per la sua decisione e per il disagio procuratole, restiamo a sua disposizione con la speranza di poterla annoverare in futuro tra i nostri clienti.

L’occasione ci è gradita per porgerLe i nostri migliori saluti.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...