IDEE PER l’ESTATE

L’avventura? E’ dietro casa. Gli itinerari per esplorare in nostro Paese a piedi, in auto o in treno

Abbiamo i paesaggi più vari nell'arco di pochi chilometri, abbiamo arte, architettura e lifestyle che meritano un viaggio da ogni angolo del pianeta. Basta scegliere il mezzo e partire

di Sara Magro

La grande bellezza: Pappano per Roma dirige in remoto S. Cecilia

Abbiamo i paesaggi più vari nell'arco di pochi chilometri, abbiamo arte, architettura e lifestyle che meritano un viaggio da ogni angolo del pianeta. Basta scegliere il mezzo e partire


4' di lettura

È vero che l'Italia è un paese meraviglioso e che la vacanza di prossimità, date le circostanze economiche e sanitarie, è la più plausibile per l'estate 2020. Non ci va male però. Abbiamo i paesaggi più vari nell'arco di pochi chilometri, abbiamo arte, architettura e lifestyle che meritano un viaggio da ogni angolo del pianeta. D'altra parte se voi foste texani, pechinesi, australiani, non vorreste fare un viaggio in Italia? Tutti lo vogliono, e noi abbiamo il privilegio di essere al punto di partenza.
Facciamo un esperimento: progettiamo un viaggio in Italia come se fosse un paese esotico, con lo stesso entusiasmo di quando sogniamo la Route 66 in Usa, la Transiberiana in treno attraverso le steppe asiatiche, le montagne del Tibet. Lontano non significa più bello, ed esplorare implica piuttosto quella speciale attitudine, tipica del vero viaggiatore, ad avventurarsi in ciò che non si conosce a prescindere dalla distanza.

Ispirazione cercasi

Passando alla pratica, scegliamo come andare, ma andiamoci. In auto, in treno, con il tour operator e la guida esperta. Cerchiamo su Internet e su Google Maps, lasciandoci incuriosire da un film, un libro, un mito. Gli esempi non mancano. In “Basilicata Coast to Coast”, il film del 2010 di Rocco Papaleo, una band attraversa a piedi la regione dal Mar Tirreno allo Jonio percorrendo in 10 giorni quei 100 km che in auto si fanno in un'ora e mezza sulla Strada Statale 653. Nel romanzo “In viaggio con l'asino” (Guanda, 2010), Claudio Visentin, ideatore delle vacanze-Scuola del Viaggio con laboratori di scrittura descrive la traversata di due padri con i rispettivi figli lungo gli antichi sentieri d'Abruzzo, da Tagliacozzo a Celano: una settimana a ritmo lentissimo tra montagne, boschi, paesi, chiese e rovine attraverso un'Italia minore, poco conosciuta.

On the road

Per sicurezza, indipendenza e libertà di spostamento, il viaggio on the road è ideale per l'estate del Covid, e non mancano i percorsi. Si possono seguire le strade della Millemiglia, da Brescia alla Val d'Orcia, della Coppa d'Oro su per i tornanti delle Dolomiti, del Gran Premio Nuvolari che da Mantova si avvia verso la costa di Rimini e le colline toscane, e giù per passi appenninici e strade poetiche fino a Urbino. Relais & Chateaux ha coinvolto i proprietari degli alberghi e ristoranti che riunisce sotto il segno della raffinatezza e della sostenibilità per creare 13 itinerari tra natura, monumenti e produttori. Tra questi, “Dolce Vita in Italia” è un percorso in 12 giorni partendo da Verona, con tappe classiche a Firenze, Roma, Capri, che quest'anno, caso più unico che raro, non saranno affollate come al solito .
Sul sito di Amazon.it si scarica la guida di Lonely Planet con 20 viaggi in auto, uno per regione, per trovare, per scoprire alcuni posti tuttora poco battuti e molto interessanti. Al motto di #VacanzeInItalia, si può scegliere tra i castelli della Valle d'Aosta, le ville del Palladio in Veneto, il Cilento selvaggio e il Barocco siciliano. Amazon contribuisce all'intrattenimento con musica, film, serie tv, videogiochi, ebook per i clienti Prime, le vetrine (virtuali) dell'artigianato locale e gli SOS tipo “ho dimenticato il caricabatterie”: ordini e lo ritiri in uno dei 10000 punti sparsi capillarmente.

Il treno regionale delle Ferrovie dello Stato sul Ponte del Diavolo, a Lucca.

Va dove ti porta il treno

Anche senza auto (o altro mezzo proprio) si raggiungono posti incredibili. Con i treni regionali, regionali veloci e metropolitani di Ferrovie dello Stato si possono organizzare mini tour, da nord a sud, portando bici pieghevoli, overboard o monowheel. Per esempio, con un biglietto “Plus” di 3 o 5 giorni, si va dalla Liguria alla Toscana attraversando uno dei tratti ferroviari più panoramici verso la Garfagnana. Scendendo alla stazione di Bagni di Lucca, si può andare per esempio all'Orrido di Botri, che a dispetto del nome, è un bellissimo Grand Canyon in miniatura, il più grande della Toscana. In treno si raggiungono anche 8 parchi naturali, 20 piste ciclabili, 21 giardini fiabeschi, 25 borghi, 33 siti Unesco che si trovano raccolti in guide tematiche sul sito, con indicazione sulla distanza dalla stazione. Non sarà l'Orient Express, ma l'emozione di vedere alcuni scorci de nostro Bel Paese al finestrino è garantita.

- Civita di Bagnoregio, meta di uno degli insoliti Viaggi di Maurizio Levi in Italia

L'avventura dietro casa

Siamo abituati a consultare un'agenzia di viaggio per andare in posti remoti o di difficile organizzazione, come l'Africa o l'estremo Oriente. Con questa filosofia di avventura, Maurizio Levi, il tour operator dei deserti e di mete insolite come il Sudan e l'Afganisthan, quest'anno propone 17 itinerari per esplorare, con archeologi, vulcanologi, storici dell'arte, angoli nascosti tra Friuli-Venezia Giulia, Marche, Toscana, Lazio, Umbria, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna. Ogni luogo si può affrontare in modi diversi. Ed è ovvio che chiunque può organizzare una vacanza fai da te sulle Dolomiti prenotando un maso e passeggiando su sentieri ben segnalati dell'Alto Adige. Ma tutt'altra esperienza è una spedizione di alta montagna con le guide di Dolomite Mountains, specializzata in ferrate, arrampicate, fuori pista, con fatiche ricompensate in rifugi e ristoranti stellati e suite comodissime. Vedrete le montagne Unesco come non le avete mai viste.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti