Maman et Sophie

L’avvocato che ha scelto di seguire la sirena orafa

di Giulia Crivelli

Ciondolo apribile, bestseller 2021

2' di lettura

è vero che l’e-commerce dà la possibilità anche alla più piccola delle botteghe artigianali, di avere una vetrina potenzialmente aperta a clienti di tutto il mondo. Ma è altrettanto vero che disegnare un bel sito e creare una sezione di e-commerce che funzioni bene richiede investimenti. Lo conferma Elisabetta Carletti, che da poco più di dieci anni ha abbandonato la strada che sembrava tracciata, una carriera come avvocato, per creare, insieme al marito, un marchio di gioielli, Maman et Sophie, ispirata anche dalla nascita della prima figlia, Sophie, appunto. Nel 2021 il marchio sfiorerà i 5 milioni di fatturato, nonostante la sua breve vita sia stata segnata anche da eventi tragici: la pandemia, certo, ma anche la prematura scomparsa del marito di Elisabetta, che l’aveva aiutata soprattutto nella gestione dell’azienda e nella sua velocissima crescita. «Il progetto dell’e-commerce nacque nel 2014 e fu una scelta non scontata: fatturavamo meno di 500mila euro ma decidemmo di investirne oltre 15mila per creare un bel sito e una sezione e-shop accattivante ed efficiente –racconta Elisabetta –. Per circa sei mesi era tutto fermo e ricordo l’ansia e la paura di aver fatto una scelta sbagliata. Poi decollò come vendite, ma soprattutto iniziò a essere, come è ancora oggi, un modo per portare le persone nei negozi fisici».

Il marchio Maman et Sophie è oggi distribuito in tutta l’Italia del centro nord e sempre di più nelle altre regioni, in gioiellerie selezionate e, a Milano, in Rinascente. «Nei gioielli che disegno c’è il mio mondo, forse un po’ ideale, fatto di simboli poetici di culture diverse – aggiunge la creativa e imprenditrice –. Forse la mia ambizione più grande è strappare un sorriso a chi vede una mia creazione e sceglie di indossarla anche per regalarsi un po’ di allegria. Penso ad esempio alla collezione di qualche anno dove c’erano anche minuscoli cerotti-gioiello, o alla linea dei dinosauri, che ci fanno tornare tutte un po’ bambine».

Loading...

Fino a due anni fa Maman et Sophie usava solo argento, poi è arrivato l’oro 18 carati. «È una giusta evoluzione, ma cerchiamo di avere sempre di avere un ottimo rapporto qualità-prezzo, ma aumentando il valore intrinseco di ogni gioiello», conclude Elisabetta Carletti.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti