analisi tecnica

L’azionario globale al test delle resistenza strategiche

L’indice Msci World torna in area 2.200 punti dove si è arrestato il rialzo nel settembre del 2018 prima della correzione

di Andrea Gennai


default onloading pic

1' di lettura

Ci risiamo. Il recupero delle quotazioni ha portato l’azionario globale al test delle resistenze più importanti. Un livello molto delicato che ha arrestato in rialzo in due occasioni importanti: la prima nel settembre del 2018, prima della violente correzione di fine anno, e successivamente pochi mesi fa prima del sell off di fine luglio e inizio agosto. È altamente probabile che il livello si faccia sentire sul mercato e che il rialzo possa prendersi una pausa.

I livelli e il bilancio

L’indice Msci World ha chiuso a 2.205. Per avere un segnale netto di conferma della rottura al rialzo della resistenza servono alcune sedute sopra area 2.200 punti. Questo segnale darebbe un nuovo importante impulso rialzista per andare ad attaccare i massimi storici di gennaio 2018.

Il mercato è abbastanza tirato ed è possibile una pausa di riflessione che non dovrebbe intaccare il trend positivo di fondo. Nel brevissimo discese sotto 2.180 potrebbe far scaturire nuove vendite. Ma discese fino in area 2.100 non intaccaccherebbero l’impostazione tecnica positiva dell’indice globale. Sotto 2.100 si andrebbe a violare la media a 200 giorni e quel punto in quadro grafico potrebbe compromettersi lasciando spazio a una possibile inversione.

Il bilancio della scorsa ottava è stato positivo per tutti i principali indici internazionali. In luce soprattutto i listini asiatici con progressi intorno al 3% per Hong Kong, Tokyo e Seul. Europa e Wall Street hanno registrato rialzi più modesti.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...