l’industria a due ruote

L’ebike spinge Trek Italia: 30mila biciclette vendute e 40 milioni di fatturato

Inaugurata la nuova sede a Bergamo. Crescita prevista del 15-20% annuo grazie alla pedalata assistita

di Pierangelo Soldavini

default onloading pic

Inaugurata la nuova sede a Bergamo. Crescita prevista del 15-20% annuo grazie alla pedalata assistita


2' di lettura

Vincenzo Nibali ha fatto il suo debutto in questi gi0rni con la maglia della Trek Segafredo nell’Algarve portoghese proseguendo una storia agonistica che si è arricchita lo scorso anno della maglia iridata su strada conquistata dal 23enne danese Mads Pedersen.

Ma le biciclette a marchio Trek corrono sempre più anche sulle strade di tutta Italia dove il marchio americano ha tagliato lo scorso anno il traguardo delle 30mila biciclette vendute, spingendo il fatturato 2019 attorno ai 40 milioni di euro. Approdata in Italia nel 1991, Trek si conferma così un brand di riferimento che ha contribuito a scrivere la storia industriale del ciclismo su strada e della mountain bike degli ultimi due decenni conquistando un posto di prima fila nel ciclismo professionistico.

E non solo in quello, dal momento che in Italia continua a crescere all’interno di un mercato di biciclette di fascia alta che si aggira sulle 200mila unità vendute e che potrebbe accelerare velocemente sull’onda della passione e dell’innovazione elettrica.

«Il nostro fatturato è diviso in parti equivalenti tra le principali tipologie: bici da strada, mountain bike e pedalata assistita, che è ancora inferiore in termini di volumi, ma che sta registrando tassi di crescita decisamente superiori», spiega Davide Brambilla, ad di Trek Italia, che ha da poco inagurato la nuova sede bergamasca del gruppo.

L’ad di Trek Italia Davide Brambilla con il campione del mondo in carica Mads Pedersen

«I consumatori tradizionali - prosegue Brambilla - sono amatori agonistici mossi dalla passione, ma ora si avvicina un consumatore nuovo che con la bicicletta ha un rapporto non più fatto solo di sofferenza e che ci permette di confidare in un obiettivo di crescita del 15-20% annuo».

La nuova sede di Bergamo ospita i 24 dipendenti, con età media di 36 anni, che si occupa della commercializzazione in tutta Italia di un prodotto che per il suo valore - il prezzo medio di una bicicletta è attorno ai 4mila euro - rimane prevalentemente “fisico” rispetto al canale web. Tanto che l0’anno scorso la rete nazionale di Trek concept store si è arricchita di due nuovi negozi monomarca arrivando a otto punti vendita.

In linea con la mobilità sostenibile delle due ruote, anche il nuovo edificio di Bergamo ruota attorno al riciclo e alla riduzione di sprechi ed emissioni, per un gruppo che ha già scommesso sull’innovazione del riciclo del carbonio delle biciclette. In Italia l’impegno per la sostenibilità si è arricchito di un impianto di depurazione delle acque utilizzate per il lavaggio delle biciclette che rende riutilizzabile al 100 per cento il refluo .

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti