CREATO PER WIDIBA

L'educazione finanziaria, un “vaccino” contro le crisi

Secondo gli ultimi report, gli italiani sono agli ultimi posti in tema di alfabetizzazione finanziaria, e chi ha meno conoscenze ha avuto maggiori problemi economici durante la pandemia. Proprio per questo, soprattutto in momenti di grande incertezza come questi, la consapevolezza sui temi finanziari è più che mai importante. Anche per imparare a fidarsi (e a capire) dei professionisti del settore

4' di lettura

Siamo uno dei Paesi più belli del mondo, ospitiamo la sede della più antica università dell'Occidente e quella della più vecchia biblioteca del pianeta, e vantiamo primati in un'infinità di settori. Ma, anche se la più antica banca del mondo è stata fondata proprio sul nostro suolo, quando si parla di educazione finanziaria (cioè di quelle conoscenze, di quelle attitudini e di quei comportamenti che consentono di prendere decisioni consapevoli finalizzate al raggiungimento del benessere finanziario) siamo tra gli ultimi della classe all'interno dei Paesi del G20. Tanto che, secondo l'ultimo rapporto del Comitato sull'educazione finanziaria, meno di un terzo degli italiani conosce concetti-base quali il tasso d'interesse semplice e quello composto e la relazione tra rischio e rendimento di un investimento.

Anche per questo motivo, secondo il documento del Comitato Edufin, durante l'emergenza Covid le famiglie con minore alfabetizzazione finanziaria sono state quelle che hanno avuto più difficoltà dal punto di vista economico: il 27,7% di chi ha dichiarato di possedere un buon livello di conoscenze finanziarie ha sostenuto che, nonostante la crisi, non ha avuto problemi ad arrivare a fine mese, contro il 12% di chi non le ha. La conclusione del rapporto è che disporre di una sufficiente conoscenza finanziaria aiuta non solo a gestire meglio il proprio patrimonio in tempi normali, con maggiore consapevolezza sull'effetto delle decisioni che si prendono, ma anche (e soprattutto) a essere economicamente più “resilienti” e meno fragili, cioè maggiormente in grado di fronteggiare le difficoltà e di assorbire gli shock durante i periodi di crisi. E in particolar modo in questo periodo di grandi incertezze, una maggior cultura finanziaria permette di affrontare con più sicurezza il futuro.

Cultura finanziaria che non significa necessariamente gestire direttamente i propri investimenti, comprando, vendendo o switchando quote di fondi o di prodotti più complessi, o lanciandosi in compravendite azionarie sui mercati: al contrario, significa essere consci delle proprie capacità e dei propri limiti, e consapevoli dell'importanza della consulenza. Che non è più (se mai davvero lo è stata) “una cosa da ricchi” ma, soprattutto in periodi di grandi crisi e di grande volatilità dei mercati, una figura fondamentale per farsi consigliare e accompagnare nelle proprie decisioni d'investimento. Che possono così essere il risultato non dell'emozione del momento, ma della consapevolezza delle proprie azioni e della condivisione delle indicazioni e delle analisi di un consulente esperto, capace di guidare i clienti in un percorso più o meno complesso legato agli obiettivi che si vogliono raggiungere, che siano a breve o a lungo termine.

Proprio per raggiungere questi obiettivi e aumentare la consapevolezza su questi temi, recuperando anche il gap con gli altri Paesi più avanzati, da anni si moltiplicano gli sforzi per contribuire ad accrescere l'educazione finanziaria degli italiani, sia con interventi coordinati a livello ministeriale, come il Mese dell'Educazione Finanziaria (promosso dall'Edufin), sia con iniziative degli operatori del settore. Tra questi, un posto di rilievo spetta a Banca Widiba, che da sempre promuove la cultura e la consapevolezza nella gestione dei risparmi con un amplissimo ventaglio di interventi sempre nuovi e diversi: attraverso i propri consulenti, con roadshow, con progetti social, con eventi sul territorio e virtuali, ma anche collaborando con storyteller o media partner.

Momenti di cultura finanziaria “pura”, slegati da logiche di prodotto, che per Banca Widiba diventano occasione per trasmettere il proprio valore sociale, promuovendo la divulgazione di contenuti di valore che possano avvicinare le persone a tematiche troppo spesso ancora viste come ostiche quando non decisamente “ostili”. Momenti attraverso i quali descrivere con linguaggio divulgativo realtà complesse come le regole del mondo della finanza, sfatando miti e percezioni errate, raccontando la professionalità di coloro che vi operano, presentando le storie, i percorsi professionali, le caratteristiche dei consulenti. E valorizzando con iniziative come WOW - Women of Widiba - la presenza femminile e le caratteristiche uniche delle consulenti.

Iniziative che hanno anche l'obiettivo di far sentire in modo tangibile ai clienti la presenza e il supporto da parte di Banca Widiba, che fonda il proprio modello di relazione sulla consapevolezza della clientela e sulla professionalità del proprio personale: i suoi oltre 500 consulenti finanziari, certificati a livello internazionale, utilizzano innovativi sistemi di robo4advisor per consigliare, sostenere e accompagnare i clienti nella definizione dei propri obiettivi, della strada migliore da seguire e dei mezzi più appropriati da utilizzare. Un modello di business che consente ai consulenti di essere davvero consiglieri e non venditori, offrendo ai clienti supporto personalizzato in tutti gli ambiti della pianificazione finanziaria, economica e patrimoniale, con percorsi ad hoc.

In questo ambito si inserisce una serie di iniziative di educazione finanziaria pensate e create per chi vuole accostarsi o approfondire la materia con una modalità moderna e immediata. Come la serie di podcast intitolata “PRESENTE! - A scuola di cultura finanziaria”: realizzata con un partner d'eccezione come il Sole 24 Ore, affronta le tematiche più interessanti dell'educazione finanziaria, accompagnando passo dopo passo l'ascoltatore alla scoperta di questo mondo

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti