ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùRaffreddamento

L’eredità illuminata di Mantovan e le sfide green di Hiref e Jonix

L'imprenditore bolzanino, fondatore delle due aziende, è prematuramente scomparso lasciando due società leader nel data center cooling e in quello della sanitizzazione degli ambienti

di Lucilla Incorvati

Ultimo biennio. Il Gruppo Hiref occupa oltre 350 dipendenti e ha realizzato un fatturato aggregato 2021 di 80 milioni di euro segnando un costante percorso di crescita

3' di lettura

«Ci siamo abituati a ragionare in termini di reazione e molto meno ad occuparci di azione, quindi a prevenire le cose invece che a reagire in fase successiva. Visto che il digitale è inarrestabile, lo sviluppo di tali infrastrutture va pensato integrato con lo sviluppo urbanistico. La strada della sostenibilità non è una delle possibili, ma è l'unica affinché le prossime generazioni possano vivere una realtà come quella di cui noi godiamo oggi».

Le parole dette da Mauro Mantovan nel suo intervento al TEDx Cortina nel novembre 2021 oggi che il manager è prematuramente scomparso risuonano più vive che mai. Nella sostenibilità, paradigma nel quale immegersi a 360 gradi, Mantovan, classe 1964, ha creduto ed è forse una delle eredità più preziose che ha lasciato. Dopo gli studi in ingegneria e alcune esperienze lavorative fonda nel 2001 la Hiref, leader nel settore del data center cooling, una vera eccellenza per il contesto industriale del Veneto e che in breve raggiunge una leadership a livello mondiale. Il Gruppo Hiref, infatti, occupa oltre 350 dipendenti e ha realizzato un fatturato aggregato 2021 di circa 80 milioni di euro, segnando un costante percorso di crescita nell’ultimo biennio nonostante le difficoltà prima della pandemia da Covid-19 e poi di un mercato duramente colpito dallo shortage. HiRef nel corso degli anni si è ampliata nel mercato internazionale con diverse filiali commerciali e un forte network di dealer in Europa, America Latina, Africa e Russia.

Loading...

Secondo Frost & Sullivan, il mercato globale delle soluzioni per infrastrutture di data center evidenzia un CAGR 2021-2025 pari a +9%, passando da 18,6 miliardi di dollari nel 2021 a 26,2 miliardi di dollari nel 2025. Le soluzioni di cooling, mercato di riferimento del Gruppo Hiref, ne costituiscono il segmento principale, pari nel 2021 a 9 miliardi di dollari (48% del totale): esse continueranno a rappresentare il key driver della crescita del mercato DCIS, registrando un CAGR 2021-2025 pari a +10% e attestandosi nel 2025 a 13,1 miliardi di dollari (50% del totale).

Ma la vision dell’imprenditore e l’impegno del Gruppo sono andati oltre il cooling e, grazie ai grandi investimenti in R&S si sono sviluppati in un’ottica di “smart city” con soluzioni ad elevata efficienza energetica che garantiscono sostenibilità economica unita alla sostenibilità ambientale. Consapevole che i Data Center sono responsabili per l’1% del fabbisogno di energia globale, Hiref propone soluzioni integrate fra diversi sistemi di condizionamento ed energetici per recuperare il calore di scarto e creare un servizio di district heating / district cooling (teleriscaldamento / teleraffrescamento). Proprio alla ricerca di una chiave il più possibile sostenibile che si concili con lo sviluppo di questo settore e di quello aziendale, dal 2003 sono oltre 40 le tesi di laurea svolte in azienda, in collaborazione con atenei italiani e internazionali e molti i giovani di talento rimasti in azienda.

L’ultima sfida di Mantovan si chiama Jonix fondata con l’amico Antonio Cecchi, chimico pisano, quotata in Borsa il 4 maggio 2021 su Euronext Growth Milan con 6,2 milioni di euro di raccolta, interamente in aumento di capitale, e una capitalizzazione di 26,2 milioni di euro. Il core business di Jonix è orientato verso obiettivi di sviluppo sostenibile, essendo basato sulla realizzazione di soluzioni tecnologiche mirate alla preservazione della salute umana, in una prospettiva di miglioramento dei contesti sociali e della qualità della vita. Jonix, PMI Innovativa e Società Benefit, realizza soluzioni basate sulla tecnologia NTP (Non Thermal Plasma che riguarda la sanitizzazione di aria e superfici), di cui il Dipartimento di Medicina Molecolare dell’Università di Padova ha dimostrato sia l’efficacia antivirale nei confronti del virus Covid-19 sia l’efficacia battericida nei confronti dei batteri multi-resistenti. Grazie a all’attività di R&D, oggi l’asset certificativo della Società è un unicum fra i competitor del settore nell’offrire prodotti in grado di sanitizzare non solo l’aria ma anche le superfici, aspetto fondamentale per tutti quei luoghi destinati a ospitare comunità quali scuole, ospedali, ristoranti o mezzi di trasporto.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti