l’analista

Luca Dondi (Nomisma): l’erosione dell’offerta va contrastata

di Cristiano Dell'Oste e Michela Finizio


default onloading pic
(Imagoeconomica)

1' di lettura

È vero, nelle grandi città c’è stato uno spostamento dell’offerta verso le formule brevi che ha sguarnito il mercato tradizionale degli affitti. A cui si affianca l’emersione di immobili che prima erano tenuti a disposizione. Ecco spiegato, secondo Luca Dondi di Nomisma, il boom delle locazioni turistiche: «La presunta maggiore redditività, al riparo dal rischio morosità, ha conquistato molti proprietari», afferma l’analista. Fatto sta che l’erosione dell’offerta per chi cerca una soluzione abitativa stabile «è diventato un problema sociale», dice Dondi. Soprattutto oggi che il credito è selettivo e l’acquisto resta inaccessibile a molti.

Come conciliare la crescita del turismo e l’emergenza abitativa? «Oggi sta montando una bolla - commenta Nomisma - ma sulla base di percezioni. I maggiori guadagni, infatti, non sono sempre certi. In attesa che il fenomeno si sgonfi bisogna trovare una soluzione subito, senza necessariamente penalizzare certe scelte. Serve una leva fiscale, un fondo di garanzia contro le morosità e procedure certe che semplifichino il rilascio dell’immobile».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...