ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùPolitecnico di Milano

L’export online food & beverage vale 2,2 miliardi

Ora si teme la frenata per effetto delle sanzioni alla Russia

di Giovanni Uggeri

1' di lettura

Vale 2,2 miliardi di euro nel 2021 l’export online food & beverage. La crescita è del +10%, dato inferiore al boom del 2020 che quando aveva registrato il +46%. Ma ora con le sanzioni alla Russia per il conflitto in Ucraina, sono a rischio 430 milioni di esportazioni online B2c (vendita al consumatore) con oltre l’80% del valore riconducibile al fashion, mentre il restante 20% tra food & beverage e arredamento. È quanto emerge dalla ricerca dell’Osservatorio Export Digitale della School of Management del Politecnico di Milano.

Il settore più importante, pari al 56% del mercato complessivo dell’export digitale B2c e B2b2c (vendita al consumatore attraverso aziende intermediarie), si conferma il fashion, con un valore di 8,6 miliardi di euro nel 2021, +20% sul 2020, superando i valori pre-Covid. Complessivamente i risultati dello studio segnalano che il 2021 è stato un anno eccezionale per le esportazioni made in Italy: l’export digitale italiano di beni di consumo diretto (tramite sito proprio, marketplace o siti di vendite private) o intermediato (tramite retailer online) è cresciuto del +15% nel 2021, toccando un valore di 15,5 miliardi di euro. Le esportazioni digitali B2c hanno raggiunto un peso pari al 9% dell’export complessivo in Italia (online + offline).

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti