Biciclette, la guida per utilizzare i 500 euro dell’incentivo

2/8Bike

L’incentivo

default onloading pic
(Arpad Nagy-Bagoly - stock.adobe.com)


L'incentivo arriva a un massimo di 500 euro per coprire fino al 60% dell'acquisto di biciclette, ebike, monopattini elettrici e altri dispositivi di micromobilità. La misura è riservata ai residenti delle città metropolitana e dei comuni con più di 50mila abitanti. Il dispositio, come precisato dal ministero dei Trasporti, avrà efficacia retroattiva: potrà infatti beneficiarne chi abbia fatto acquisti a partire dal 4 maggio 2020, giorno di inizio della Fase 2. Per ottenere il contributo basterà conservare il documento giustificativo di spesa (fattura) e, non appena sarà online, accedere tramite credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) sull'applicazione web che è in via di predisposizione da parte del Ministero dell'ambiente e accessibile anche dal suo sito istituzionale. Alternativamente al rimborso, una volta che l'applicazione sarà operativa (entro 60 giorni dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale) il buono mobilità potrà essere fruito attraverso un buono spesa digitale che i beneficiari potranno generare sull'applicazione web. In pratica gli interessati dovranno indicare sulla piattaforma il mezzo o il servizio che intendono acquistare e la piattaforma genererà il buono spesa elettronico da consegnare ai fornitori autorizzati, insieme al saldo a proprio carico, per ritirare il bene o godere del servizio individuato.
Nell'ultima settimana, specie nelle grandi città come Milano, i negozi di bici sono stati presi d'assalto per comprare una bici, ma anche per riparare quella in cantina. «È vero, c'è un'attenzione diversa. Una nuova prospettiva di chi vuole rinunciare ai mezzi, provando a lasciare l'auto in garage», dice Matia Bonato, presidente di Assobici. Così, se l'intenzione è quella di acquistare una bici nuova per andarci al lavoro, girare in città, fare spostamenti nel weekend, divertirsi off road, ma anche fare piccoli o grandi viaggi - come quello che Jovanotti, grande appassionato di viaggi in bici, ha documentato in “Non voglio cambiare pianeta” – è bene avere qualche informazione in più per orientare al meglio un futuro acquisto. Perché una bici è per la vita ed è meglio prendere quella giusta.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti