strategie fiscali

La Grecia segue l’Italia e offre una flat tax da 100mila euro agli stranieri

L’incentivo fiscale, in via di approvazione da parte del Parlamento, mira ad attrarre nel Paese armatori, imprenditori e ricchi pensionati

di R.Mi.


default onloading pic
Il premier greco Kyriakos Mitsotakis

2' di lettura

La Grecia segue l’Italia e cerca di attirare imprenditori, armatori, ricchi pensionati offrendo una tassa piatta pari a 100mila euro per un periodo di 15 anni a chi, senza essere domiciliato fiscalmente nel Paese (non dom), vi si trasferirà per almeno sei mesi l’anno. La flat tax si applicherà ai redditi prodotti in tutto il mondo. Il provvedimento, voluto dal primo ministro Kyriakos Mitsotakis, venerdì 6 dicembre sarà approvato dal Parlamento e ha lo scopo di aumentare il gettito per contrastare la frenata economica.

L’esempio dell’Italia
Il Governo di Atene ha detto che il programma è ispirato a quello italiano lanciato nel 2017. Grazie al successo ottenuto, l’Italia ha deciso di estendere un programma simile con aliquota unica ridotta anche ai pensionati stranieri (o italiani già residenti all’estero che facciano ritorno in Italia) che si trasferiscano a vivere in un comune del Mezzogiorno con meno di 20mila abitanti.

La Grecia, come l’Italia del resto, non ha preso in considerazione la via, criticata dall’Unione europea, di concedere la cittadinanza a ricchi investitori non europei come ha fatto invece Cipro che di recente ha dovuto affrontare le ricadute negative di uno scandalo che ha coinvolto un finanziere malese accusato d frode internazionale al quale era stato concesso il passaporto cipriota in cambio di un investimento immobiliare da 5 milioni di euro.

Un pacchetto fiscale più ampio
La flat tax per i ricchi stranieri è solo parte di un pacchetto fiscale più ampio messo a punto dal Governo Mitsotakis che mira anche ad attirare investimenti nel Paese con una riduzione delle imposte societarie. Per poter beneficiare degli incentivi ci sono due condizioni da soddisfare: prendere la residenza in Grecia e viverci effettivamente per almeno 183 giorni all’anno e investire 500mila euro (in azioni, obbligazioni, mercato immobiliare) nell’economia della Grecia. Tra i principali destinatari del progetto ci sono i ricchi greci, in primo luogo armatori ma non solo, che sono andati a vivere all’estero spaventati dalla crisi economica del 2009 e adesso potrebbero essere indotti a ritornare.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...