federmanager

L’industria 4.0 deve fare i conti con la carenza di manager digitali

di Rosanna Santonocito


default onloading pic
(REUTERS)

1' di lettura

L’Industria 4.0 deve fare i conti con una carenza di manager in grado di governare il processo di trasformazione in atto nelle aziende. «Per gestire la rivoluzione del digitale, c’è bisogno di una vera grande cabina di regia che sappia mettere insieme tutti gli attori e al cui tavolo siano presenti anche i manager», spiega Bruno Villani, Vice Presidente ALDAI-Federmanager nell’intervista online sul canale lavoro Job24.

«Nella cabina di regia del Piano Nazionale Industria 4.0 i manager, che sono i veri portatori e attuatori del cambiamento, però non ci sono - prosegue Villani - L’obiettivo deve essere invece creare una sinergia tra le persone e le risorse disponibili, fare sistema, mettendo a disposizione del Paese tutte le diverse competenze disponibili. Partendo anche da una analisi che individui, anche a livello internazionale, le best practice da diffondere nella nostra realtà economica produttiva, che è caratterizzata in particolare dalle piccole e medie imprese».

È indispensabile quindi , conclude il rappresentante dei manager, garantire formazione di professionalità con digital skills e prevedere investimenti massicci in formazione e informazione dei dirigenti d’industria, che per ALDAI-Federmanager oggi passano dagli accordi con le Business school e le Università.

Per vedere l'intervista clicca qui: Manifattura digitale - I manager 4.0 sono troppo pochi? - Bruno Villani , Vicepresidente Aldai - Federmanager

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...