CREATO PER ZUCCHETTI

L'industria alimentare ha fame di tecnologia

Erp e soluzioni di tracciabilità per ottimizzare la produzione

3' di lettura

Prima del Covid la domanda di cibo è stata per diverso tempo piuttosto stabile e l'offerta prevedibile. Il lockdown ha sconvolto le abitudini dei consumatori e, mentre le aziende erano alle prese con la fluttuazione del mercato, hanno dovuto fronteggiare anche le interruzioni nella logistica e nella produzione e le loro conseguenze su costi e tempistiche. Stando al sistema di monitoraggio dei rischi Eventwatch di Resilinc, la pandemia - con 4.200 interruzioni nei primi nove mesi del 2020 – è stata l’evento più dirompente nella storia della catena di approvvigionamento moderna. Secondo proiezioni di McKinsey, tutte le aziende possono aspettarsi che le grandi interruzioni della catena di approvvigionamento diventino più frequenti, con interruzioni più lunghe di un mese o più ogni 3,7 anni. Un contesto che sembra confermato dalle dinamiche dell'inflazione, del caro energia e delle tensioni geopolitiche.

In questi frangenti, le aziende hanno scoperto una fame di tecnologia per rafforzare e automatizzare le pratiche di gestione della supply chain perché, mentre le catene di approvvigionamento diventano sempre più frammentate, sono necessari strumenti molto più intelligenti.
E tutto questo mentre diventano sempre più presenti anche aspetti regolamentari e di cultura alimentare. La moderna food supply chain, infatti, deve fornire informazioni complete, estese e adeguate sia ai consumatori che agli organismi di controllo. Per questo un sistema di tracciabilità è ormai parte integrante della gestione logistica del settore. Monitorare ogni passaggio che caratterizza il ciclo di vita di un alimento, dalle materie prime al consumatore finale è un processo complesso anche a seguito della normativa che regola la tracciabilità alimentare a livello europeo, obbligatoria dal 2005 in tutta l'UE, e che coinvolge tutta la filiera, anche con normative nazionali su rintracciabilità obbligatoria e volontaria (ISO 22005:2008) che prevede anche quella interna di ogni materia prima all'interno dello stabilimento.

Una soluzione per la gestione del percorso del cibo è vincente se connette una gestione logistica ottimizzata alla tutela del consumatore, alle esigenze di trasparenza informativa ed è un'arma efficace per contrastare la contraffazione, il mercato “grigio” e il fenomeno dell'italian sounding che intaccano la reputazione e i volumi del made in Italy. Le soluzioni Erp sono il fulcro della resilienza della catena di approvvigionamento dell’industria alimentare perché sia integrano tutti gli aspetti supply chain consentendo di rispettare i requisiti normativi, di tracciare i lotti in avanti e all'indietro, nonché di generare automaticamente la documentazione, sia offrono una pianificazione e una programmazione efficienti, basate su dati accurati e in tempo reale.

Una storia virtuosa, in questo senso, è quella che può raccontare Rigamonti, attiva in Valtellina dal 1913 e oggi leader nella produzione di bresaola (135 milioni di euro di fatturato nel 2021 ed export verso 23 Paesi com un trend di crescita +6,1% di produzione e +8% dei consumi) con investimenti costanti nella qualità e nell'innovazione della gamma. Rigamonti è riuscita a raggiungere i massimi livelli di efficienza e controllo della sua catena logistico-produttiva grazie alle soluzioni gestionali di Zucchetti, la prima software house in Italia per fatturato, nell'integrazione tra una soluzione di Enterprise resource planning e un software di tracciabilità alimentare, Traxal, in grado di condividere istantaneamente le informazioni con ogni funzione aziendale. Il tutto grazie ad Ad Hoc Infinity Zucchetti, un ERP in cloud di ultima generazione, nativamente integrato con altre applicazioni fondamentali per la digitalizzazione delle aziende. Ne è scaturito un sistema informativo integrato capace di una copertura funzionale completa – dalla parte contabile e amministrativa ai fine-linea di confezionamento e spedizione, con una gestione digitale dei documenti e una automazione che taglia le attività a basso valore aggiunto e consente di concentrarsi meglio sugli aspetti relativi al controllo e alla qualità dei prodotti. Il livello di innovazione e la completezza funzionale delle soluzioni gestionali Zucchetti rendono il progetto realizzato per Rigamonti punto di riferimento per tutte le industrie alimentari italiane.

Scopri di più: su www.zucchetti.it/ERP

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti