strategie di comunicazione

L’industria della ceramica si affida ai social: un video per battere la concorrenza


La ceramica si affida ai social

2' di lettura

«Lo sapevi che la ceramica è un materiale sicuro, non contiene plastica, è completamente riciclabile, è igienica, anallergica, inodore e non rilascia sostanze nocive?». È lo slogan con cui prenderà il via la prossima settimana la prima campagna social su scala internazionale dell’industria ceramica italiana, per rispondere a un mercato più asfittico del previsto (il 2018 si è chiuso per il made in Italy con un –2,7% di produzione e fatturato a fronte di investimenti per oltre 2 miliardi di euro in tecnologie e capacità produttiva messi in pista dai ceramisti negli ultimi cinque anni) e alla concorrenza sempre più agguerrita di materiali alternativi per pavimenti e rivestimenti, vinilici in prima fila (le LVT, luxury vinyltiles). Obiettivo: diffondere attraverso i nuovi canali virtuali le grandi virtù del prodotto a base di argille e feldspati, quali salubrità, resistenza, facilità di pulizia, ecosostenibilità.

GUARDA IL VIDEO/La ceramica si affida ai social

Il video in pillole circolerà sul web e reindirizzerà utenti privati, architetti, progettisti e designer alla ricerca sul web di soluzioni per pavimenti a “I valori della ceramica” (questo il titolo della campagna, lanciata da Confindustria Ceramica ma che ha già raccolto l’adesione anche dei produttori spagnoli e tedeschi, che compartecipano all’investimento). Si partirà il 14 gennaio in Italia e Spagna per poi allargare la diffusione a fine mese in Germania, Francia, Inghilterra e poi Stati Uniti (con versioni ad hoc in inglese, spagnolo, francese e tedesco) .

«La ceramica non è il materiale principe in tutto il mondo, anzi – spiega il presidente di Confindustria Ceramica, Giovanni Savorani –. Se in Italia il 77% dei pavimenti è rappresentato da piastrelle, questa quota scende al 34% in Francia, al 24% in Germania e al 14% negli Usa, il resto sono moquette, laminati, altri materiali. Siccome le previsioni ci dicono che il mercato dei Paesi contendibili tende a diminuire, l’unico modo per uscire dall’impasse è aumentare la nostra fetta di torta e per farlo dobbiamo informare il pubblico sui valori positivi della ceramica. Che, ricordo, è il materiale che ha dato un contributo fondamentale e igienizzare la vita dell’uomo, prima come contenitore per gli alimenti, poi come sanitario per i bagni e poi come pavimento delle case. Se l’Italia è al primo posto al mondo per indice di salubrità lo si deve anche alla ceramica».

Si tratta di un'operazione senza precedenti per l'industria ceramica nazionale – anche per entità, si parla di 2 milioni di euro di investimento - e che proseguirà a step nei prossimi mesi con due studi comparati, il primo in Europa ed il secondo in America, «così da rispondere poi nella seconda metà del 2019 con una campagna ancora più specifica che valorizzi ulteriormente i plus reali della ceramica», precisa Savorani. Che oggi a Sassuolo, nel cuore della food valley italiana, ha incontrato un centinaio di responsabili marketing e comunicazione di tutte le imprese associate per presentare il video «e per creare un grande gruppo di lavoro che contribuirà via via ad affinare la strategia comunicativa e ad aumentarne la potenza di fuoco», conclude il presidente.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...