ISTAT

L’industria prova a ripartire: a gennaio +1% congiunturale

Gennaio positivo per la produzione, +1% rispetto a dicembre, -2,4% su base annua. In caduta libera la moda, bene apparati elettrici e chimica

di Luca Orlando

default onloading pic

2' di lettura

Avanti adagio. Il 2021 della produzione industriale inizia con una crescita congiunturale dell’1% rispetto a dicembre, proseguendo il trend del mese precedente.

Su base annua c’è invece un calo del 2,4%, frenata ricondotta a queste proporzioni per effetto della presenza di due giornate lavorative in meno rispetto al 2020 (il calo “grezzo” è dell’8,1%).

Loading...

Dal punto di vista settoriale il grande “malato” è ancora una volta il comparto allargato del tessile-abbigliamento, la cui produzione resta in calo del 20,8%, in linea con i risultati pessimi dell’intero 2020.

Calo superiore ai 10 punti anche per la farmaceutica, mentre altrove le riduzioni sono decisamente più contenute. Le medie sono sostenute da apparati elettrici (+9,7%), chimica (+4,4%) e gomma-plastica (+3,8%), con segnali positivi in arrivo anche da legno e metallurgia. Negativi, ma in recupero rispetto al forte calo del 2020 sono i macchinari, che nel mese cedono l’1,7%.

Il confronto annuo resta comunque arduo, avendo come termini di analisi periodi non omogenei. Gennaio 2020 è certamente classificabile come periodo pre-Covid, lo è quasi interamente anche febbraio. Mentre a partire da marzo l’ottica sarà ribaltata, mettendo a confronto un periodo di lockdown duro (a marzo 2020 la produzione è crollata del 29,3% su base annua) con un periodo, quello attuale, difficile ma senza vincoli produttivi.

L’Italia, pur non brillando, riesce comunque a fare meglio della Germania, protagonista di una caduta a sorpresa per la produzione industriale di gennaio, complice anche una forte revisione al rialzo nel mese precedente (a +1,9% da una lettura invariata). Secondo i dati diffusi da Destatis la produzione industriale tedesca è diminuita del 2,5% rispetto al mese precedente, con una contrazione del 3,9% su base annua. Le attese erano per un rialzo dello 0,2 per cento. La produzione manifatturiera è scesa dello 0,5% mentre la produzione di costruzioni del 12,2 per cento.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti