Tecnologie B2B

L’intelligenza artificiale trova fornitori su misura per qualsiasi azienda

Il consulente di approvvigionamento intelligente della californiana Globality adottata dal gruppo Santander

di Nicol Degli Innocenti

Afp

2' di lettura

LONDRA - E' stato definito l'Uber del B2B: un sistema di intelligenza artificiale per trovare fornitori su misura per le esigenze di qualsiasi azienda in tempi rapidi.

Un programma all'avanguardia che arriva diretto da Silicon Valley e che Aquanima, società che gestisce i processi di approvigionamento del gruppo Santander, sarà la prima a utilizzare in Europa e a livello globale.

Loading...

La californiana Globality ha messo a punto Glo, il primo consulente B2B di approvigionamento intelligente basato sull'intelligenza artificiale al mondo, utilizzando la sua tecnologia innovativa di elaborazione del linguaggio naturale per cercare in tempi rapidi e in modo semplice fornitori per servizi di consulenza, marketing, It, finanziari, legali, risorse umane e immobiliari.

Banco Santander sarà tra i primi a utilizzare la piattaforma intelligente Smart Sourcing di Globality, ma tramite Aquanima, società presente in 14 Paesi, il nuovo sistema sarà disponibile per collegare le imprese di settori diversi con i migliori fornitori per qualsiasi esigenza di approvvigionamento in ogni categoria di servizi.

Grazie a questo accordo, Aquanima utilizzerà la piattaforma e la tecnologia di Globality in tutti i Paesi in cui opera, utilizzando l'intelligenza artificiale per automatizzare i processi della creazione della domanda, identificazione dei fornitori, definizione delle esigenze, valutazione delle proposte e degli ordini di lavoro, andando verso un modello che facilita l'approvigionamento self-service.

La soluzione digitale basata sull'intelligenza artificiale di Globality sostituisce la procedura antiquata della richiesta di proposta e consente di definire in modo efficiente ed efficace l'ambito delle esigenze, gestire la domanda, abbinare le aziende con fornitori che soddisfano le loro specifiche esigenze di servizio, e ridurre i tempi del processo di sourcing da mesi a ore, con un risparmio del 20% e oltre.

«Siamo lieti che Santander implementi la piattaforma di Globality su scala mondiale -, ha affermato Joel Hyatt, cofondatore, presidente e Ceo di Globality -. Il gruppo finanziario è rinomato per essere all'avanguardia nell'utilizzo della tecnologia per ottenere vantaggi competitivi e lavorando insieme potremo trasformare il sourcing dei servizi grazie all'intelligenza artificiale».

A gennaio 2021, Globality ha raccolto 138 milioni di dollari da Sienna Capital e SoftBank Vision Fund, portando a 310 milioni di dollari l'investimento totale dalla sua fondazione cinque anni fa.

L'annuncio del gruppo Santander arriva in un momento in cui la pandemia sta accelerando la digitalizzazione dei servizi finanziari e delle catene di approvigionamento. Secondo il McKinsey Global Survey, una recente inchiesta tra dirigenti, il Covid-19 ha velocizzato la digitalizzazione delle interazioni con clienti e supply chain, abbreviando il processo di tre o quattro anni.

Le aziende stanno approfittando di questi tempi senza precedenti per cambiare il modo di lavorare e cercano tecnologie innovative come l'intelligenza artificiale e l'elaborazione del linguaggio naturale, che hanno dimostrato di offrire un vantaggio competitivo.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti